The news is by your side.

Edilizia abitativa, è partito l’iter per l’istituzione di fondi

10

Avviato dalla Regione il percorso per arrivare alla costituzione anche in Puglia di uno o più fondi immobiliari. Si tratta degli strumenti disegnati dal «Piano nazionale di edilizia abitativa» e costituiti da risorse finanziarie e patrimonio immobiliare. Il Piano stabilisce che tali fondi vengano destinati all’edilizia residenziale sociale (cosiddetto social housing). L’opportunità non è adeguatamente sfruttata dai Comuni. Per questa ragione, l’assessora regionale all’Urbanistica Angela Barbanente e la collega al Welfare Elena Gentile hanno incontrato ieri i vertici pugliesi dell’Anci (l’associazione dei Comuni). E stato proposto (e i Comuni hanno accettato) la stipula di un protocollo per concordare un periodo di affiancamento. «Un modo — dice la Barbanente — per consentire agli enti locali di cogliere tutte le opportunità». I Comuni sono spesso proprietari di immobili e ancor più lo saranno in virtù dei trasferimenti conseguenti all’avvento del federalismo municipale. Si tratta, dunque, da un lato di sostenere le amministrazioni nel miglior utilizzo del patrimonio edilizio. E, dall’altro, di svolgere un ruolo di coordinamento tra enti per costituire fondi dal valore di almeno 10 milioni, così come stabiliscono le norme. «Il protocollo — sottolinea l’assessora Barbanente — sarà finalizzato alla classificazione dei beni da inserire nel fondo, ad un’adeguata informazione da fornire ai Comuni e anche alla costituzione di un gruppo di lavoro per l’individuazione degli immobili».


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright