The news is by your side.

Qualche scontro tra tifosi e il “Riccardo Spina” si scopre inadeguato…

15

La domenica di grande calcio, in cui l’Atletico Vieste ha dominato l’ostica Manfredonia Football, è stata, purtroppo, rovinata da qualche  minuto di tensione sugli spalti quando la tifoseria organizzata giunta da Manfredonia è entrata a contatto con gli spettatori locali.

La concitazione di quei pochi secondi di scontri, fortunatamente subito sedati dall’intervento di pacificatori e dei Carabinieri, ha portato a galla il problema dell’ordine pubblico, finora sottovalutato e mai affrontato con la dovuta attenzione: in un campionato come quello di Eccellenza, dove le squadre hanno sempre un nutrito gruppo di supporters al seguito, è impensabile far convivere su una stessa gradinata tanto i tifosi di casa quanto quelli ospiti, confidando esclusivamente sulla bontà e sulla correttezza degli spettatori viestani. Nella scorsa estate si era deciso di sistemare l’area situata sul lato opposto a quello della gradinata per allestire una tribuna dove far accomodare i tifosi al seguito della squadra ospite; andava bene anche una piccola gradinata in metallo come quella che ha ospitato i tifosi viestani in numerose trasferte (Terlizzi, ad esempio), ma il ritardo con cui sono iniziati i suddetti lavori ha fatto sì che a meno di 15 giorni dal termine del campionato, quell’area non sia ancora nemmeno calpestabile.

Seppur di breve durata, gli scontri tra le tifoserie hanno generato panico tra chi stava guardando la partita, provocando un fuggi-fuggi generale che metteva a nudo un altro aspetto di estrema importanza: la mancanza di via di fughe. Le due scalinate di accesso alla gradinata sono troppo strette ed inadeguate per poter garantire il regolare deflusso dei tifosi al termine della gara, figuriamoci in momenti concitati come quelli che si vivono durante i tafferugli.

L’auspicio è che i lavori che si stanno svolgendo vengano consegnati entro domenica 3 aprile, giorno in cui è prevista la gara tra Atletico Vieste e Gioventù Martina che potrebbe decidere la vincitrice del campionato. E’, quindi, facile prevedere l’arrivo in massa di tifosi provenienti da Martina Franca ma anche qualche supporter del Cerignola, squadra che sta contendendo la leadership ai brindisini. Ospitare tutti sulla stessa gradinata sarebbe come mettere insieme gli ingredienti per un cocktail esplosivo.

Sandro Siena


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright