The news is by your side.

Trasporti e infrastrutture: Minervini presenta intesa quadro

14

L’assessore ai Trasporti, Guglielmo Minervini, ha illustrato oggi in conferenza stampa gli obiettivi prioritari dell’intesa quadro sulle infrastrutture che è stata approvata ieri dalla Giunta regionale e che sarà firmata nei prossimi giorni dal Governo nazionale.  "Si tratta – ha detto Minervini – di un atto di alta programmazione, che parla delle prospettive della Puglia futura per i trasporti e che nasce nel solco di "Puglia Corsara". Con l’atto, definiamo le priorità per le infrastrutture strategiche, uscendo dalla logica della mera elencazione delle cose da fare e facendo invece delle scelte. Parliamo di mobilità delle persone, quindi anche di turismo e di mobilità delle merci, dunque di logistica e di attraversamento della nostra Regione dal sud verso nord". Tra i punti principali dell’intesa, l’attenzione ai porti, gli interventi di tipo ferroviario tra piastre di interscambio e dorsale dell’alta capacità, i nodi intermodali. "Ci aspettiamo ad esempio – continua – un innalzamento del 50% dell’utilizzo della stazione di Bari, nodo strategico per afflusso di merci e persone". "La logistica – spiega l’assessore – è poi un pilastro dell’intesa, soprattutto quella "green" e "labour intensive", come richiesto dall’Unione europea". E ancora, interventi sugli aeroporti, con l’acquisizione della zona militare dell’aeroporto di Bari, l’allungamento della pista del "Gino Lisa" di Foggia e l’istituzione di una navetta ferroviaria tra il "Papola Casale" di Brindisi e la stazione Fs. Per le strade, la priorità andrà agli interventi strategici di livello regionale e interregionale. "Per la prima volta – aggiunge Minervini – la quantità di risorse da investire sulle strade non è esorbitante rispetto al resto degli interventi". Le risorse saranno sia ministeriali, che quelle previste dal Piano per il Sud che quelle del Par-Fas, per un importo complessivo di circa 1,7 miliardi di euro.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright