The news is by your side.

Università di Capitanata/ “Europrogettazione”, consegnati gli attestati

27

Leccese: «i corsi del consorzio garantiscono qualità nella formazione e opportunità lavorative».

 

Cerimonia di consegna degli attestati del corso di formazione in “Europrogettazione”, organizzato dal Consorzio per l’Università di Capitanata, in collaborazione con la Provincia di Foggia, e che ha visto coinvolti quasi 50 corsisti, capaci di elaborare cinque idee-progetto che potrebbero trovare presto finanziatori per creare occasioni di sviluppo per il territorio. La cerimonia si è svolta nella Sala Tribunale di Palazzo Dogana alla presenza del vicepresidente della Provincia di Foggia, Maria Elvira Consiglio, dell’assessore provinciale alle attività produttive, Pasquale Pazienza, del coordinatore scientifico del corso, Pompeo Balta e del docente Danilo Santoro. Ad aprire i lavori il presidente del Consorzio per l’Università di Capitanata (Cunicap), Davide Leccese che ha ricordato le numerose attività realizzate dall’ente di corso Giannone, tutte «orientate alla formazione di
qualità e a garantire opportunità concrete di lavoro». In questo senso il presidente ha ricordato come 13 corsisti hanno finora trovato lavoro dopo aver frequentato i corsi di specializzazione organizzati, gratuitamente, dal Cunicap. «Non ci siamo limitati solo a garantire opportunità di lavoro ma abbiamo anche realizzato politiche di sostegno all’attività universitaria, garantendo la copertura finanziaria di tre borse di studio per la ricerca, facendo da argine anche alle difficoltà finanziarie degli atenei, dopo i tagli governativi. Così come ci siamo fatti carico dei costi della gestione della facoltà di Ingegneria (il più antico insediamento universitario a Foggia) evitando la chiusura del corso e garantendo una formazione di qualità, nonostante le difficoltà legate alle precarie condizioni
della sede», ha ricordato Leccese che ha concluso: «Vogliamo lanciare un segnale di ottimismo. Vogliamo dare positività, nonostante le difficoltà del momento. Assistiamo oggi a un furto del futuro a tutto vantaggio di chi può contare su un passato forte che gli permette di vivere un presente sereno. Ecco i nostri corsi vogliono restituire il maltolto alle nuove generazioni per aiutarle a guardare con maggiore consapevolezza il futuro». Per il vicepresidente Consiglio: «Non conta tanto ricevere un attestato ma la possibilità che questo attestato offre. Ringrazio, in questo senso, il Consorzio per il lavoro svolto verso la qualificazione dei giovani e la qualità della formazione». Danilo Santoro ha evidenziato, invece, «la multidisciplinarità dei corsi organizzati dal Cunicap, focalizzati anche allo sviluppo di territori “depressi”», non a caso «le simulazioni progettuali sono realizzate per trasferire competenze sul territorio», ha sottolineato Pompeo Balta. Ha concluso l’assessore Pazienza:«Bisogna liberarsi mentalmente di un concetto del lavoro che ci rimanda a
30 anni fa. Occorre puntare su un metodo europeo e la formazione è valida solo se permette di inserirci un contesto globale, anche perché lo sviluppo territoriale è legato allo sviluppo della persona e il corso organizzato dal Consorzio è un passo verso la giusta direzione per garantire più opportunità “alle persone del nostro territorio”».


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright