The news is by your side.

Montaguto/ I militari lasciano la frana. Il controllo passa alla Protezione civile

20

Missione conclusa per l’11esimo Reggimento guastatori. Dal 17 aprile hanno rimosso 2.800 metri cubi di terra.

 

Cambio di «gestione» del cantiere alla frana di Montaguto tra l’11° reggimento Genio Guastatori di Foggia e la Protezione Civile Nazionale. Domani mattina, infatti, in una solenne celebrazione si svolgerà il passaggio di consegne alla presenza delle massime autorità civili e militari della provincia di Foggia e di quella di Avellino. L’11 Reggimento genio guastatori, che ha sede a Foggia, ha operato sulla frana dal 17 aprile 2010, immediatamente dopo che la stessa, lunga più di 2.800 metri e con un fronte di circa 400 metri, ostruiva la Ss90 delle Puglie e la ferrovia Bari-Foggia-Benevento-Roma provocando gravi disagi per la comunicazione, l’economia e la popolazione, creando una evidente situazione di rischio per la pubblica e privata incolumità.I militari foggiani hanno svolto attività di monitoraggio e drenaggio della frana, sgombero della massicciata stradale e ferroviaria, illuminazione delle aree di monitoraggio e di cantiere. In 12 mesi di intensa attività l’11° Reggimento ha rimosso più di 200.000 metri cubi di materiale franoso, impiegando oltre 220 uomini e 70 mezzi speciali del genio, in alcuni casi lavorando anche di notte. Grazie anche alla professionalità dei militari foggiani il 7 giugno 2010 è stata riattivata la linea ferroviaria Bari-Foggia-Benevento-Roma, il 10 luglio successivo è stata riaperta al transito la Ss90 delle Puglie.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright