The news is by your side.

Mattinata, lavori per la galleria: mancano i fondi

43

L’estate è alle porte sul Gargano e come ogni anno si accendono i riflettori sulla galleria “Monte Saraceno” di Mattinata. Galleria al centro dell’attenzione pubblica in seguito ai tragici incidenti degli ultimi anni, ancora vivi nel ricordo locale.  I 2.200 metri circa della struttura, risalenti al lontano 1982, sono un importante punto di raccordo tra i Comuni di Vieste, Mattinata, Manfredonia e Foggia, d’estate percorsi massicciamente anche dai numerosi turisti che scelgono il Gargano. L’inadeguatezza di questo tratto di strada è sotto gli occhi di tutti. Sono urgenti i lavori di messa in sicurezza. Così il 15 febbraio scorso, dopo vari solleciti, il Sindaco di Mattinata L.R.Prencipe ha ottenuto un tavolo tecnico presso la Prefettura di Foggia con i rappresentanti dell’Anas, alla presenza del Vice Prefetto aggiunto, dott.ssa Rachele Grandolfo, e con la partecipazione del Vice Sindaco Raffaele Prencipe.

I RISCONTRI – Il progetto definitivo ed esecutivo per i lavori di manutenzione straordinaria è pronto, ma mancano le risorse finanziarie. L’importo ammonta a 4,9 milioni di euro. A dirlo è l’ingegnere Roberto Sciancalepore – rappresentante regionale dell’Anas – sebbene precisi che “l’unica galleria della Puglia, inserita nel Piano di investimento 2011-2014, è quella di Monte Saraceno”. La ristrutturazione prevede il rifacimento degli esistenti impianti di ventilazione ed illuminazione secondo le nuove normative vigenti, l’implementazione di tutta la dotazione impiantistica (SOS, antincendio) ed il rifacimento completo della segnaletica. Ma ad oggi, date le difficoltà economiche, i lavori non possono essere appaltati. L’Anas, d’altra parte, ha assicurato la manutenzione ordinaria costante. A dicembre scorso si sono conclusi i lavori di manutenzione dell’impianto di illuminazione (sostituzione di lampade e reattori, lavaggio di corpi illuminanti), che si presenta “allo stato completamente funzionante”, secondo le parole del rappresentante provinciale dell’Anas, ing. Giuseppe Galasso.

IN VISTA DELL’ESTATE – Dunque che cosa fare per fronteggiare l’estate? E’ la domanda, che tutti i cittadini del Gargano si pongono. Le risposte arrivano dall’ing. Galasso.“L’installazione di un impianto di video sorveglianza, già previsto nel progetto definitivo, in ogni caso non avrebbe una funzione deterrente per gli automobilisti ma solo di verifica successiva in caso di eventi incidentali. Inoltre – continua Galasso – non è possibile installare in galleria un’apparecchiatura per il controllo della velocità” ricordando che “ il limite di velocità fissato è di 70 Km/h e che vi è l’obbligo di tenere una distanza di sicurezza tra un veicolo e l’altro di 100 metri”.

COSA FARE NELL’IMMEDIATO – Ciò che l’amministrazione comunale può fare, nell’ambito delle proprie competenze, è di “controllare il traffico nei giorni di più intensa circolazione”. Pochi giorni dopo l’incontro è stato lo stesso Prefetto, dott. Antonio Nunziante, a sollecitare l’Anas per porre in essere “ogni possibile azione e sforzo finanziario utile a conseguire l’esecuzione degli ammodernamenti previsti in tempi ristretti”.

mariaritagentile@hotmail.it
lostatoquotidiano.it


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright