The news is by your side.

Postini in ferie: Foggia e provincia senza posta per quattro giorni

25

Black out nella consegna della corrispondenza a Foggia e provincia per quattro giorni. Ai disservizi causati dalla carenza di portalettere si sommano quelli causati dalle ferie imposte dall’azienda. I responsabili dei centri dei servizi postali hanno ricevuto l’ordine di far smaltire le ferie al personale e così, circa il 90% dei Portalettere di Foggia e provincia, sono stati messi in ferie venerdì 3 giugno. Di conseguenza la corrispondenza è rimasta in giacenza per quattro giorni, dal festivo 2 giugno al 5 giugno. ‹‹Questo è accaduto››, spiega Paolo Graziano, Segretario Generale Provinciale della SLC-CGIL di Foggia, ‹‹non solo per la posta ordinaria ma anche la posta a firma come le raccomandate e i quotidiani in abbonamento che non sono stati consegnanti per quattro giorni. E’ l’ennesima riprova della situazione in cui è la gestione del recapito della corrispondenza e del personale all’interno del settore recapito della Provincia di Foggia››. Rimanendo sul tema dei disservizi nel recapito della corrispondenza, Paolo Graziano aggiunge che ormai da 6 mesi e’in atto una sperimentazione dell’orario: i portalettere lavorano su 5 giorni e non più su 6. L’orario giornaliero si è dunque allungato e di conseguenza le zone di recapito assegnate sono diminuite e sono state ingrandite. Molte in maniera eccessiva. Il problema è che quella che doveva essere una fase di sperimentazione finalizzata ad intervenire e correggere le situazioni di criticità, rischia di essere definitiva. Sono cadute nel nulla, infatti, le denunce effettuate dalla Segreteria Provinciale SLC-CGIL di Foggia inviate all’azienda.

‹La Situazione è destinata a peggiorare perchè, con il periodo estivo, aumenta la popolazione nelle zona turistiche e quindi i volumi di posta .Bisognerà inoltre soddisfare le legittime richieste di ferie dei Portalettere previste dal CCNL, per cui sarà necessario un rafforzamento di personale di supporto a tempo determinato, ma quest’anno non abbiamo segnali positivi in tal senso.››.

La SLC-CGIL di Foggia non potrà ulteriormente tollerare che il servizio di recapito della corrispondenza venga svolto su tali livelli di qualità ne’ potrà tollerare, il peggioramento delle condizioni dei lavoratori addetti al recapito, per cui fa appello alle Istituzioni presenti sul territorio, alle Associazioni dei consumatori, all’ANCI affinchè facciano sentire la loro voce di dissenso. Se non ci saranno risposte da parte aziendale la SLC-CGIL di Foggia metterà in atto ulteriori iniziative di protesta in difesa dei diritti dei lavoratori e della qualità del servizio ai cittadini
.
E se nel settore recapito si registrano i disagi descritti, non va meglio nel settore Mercato Privati. Dopo il black out del sistema del 1º giugno e di venerdì nelle linee dei computer, in diversi uffici della provincia di Foggia gli anziani non hanno potuto ritirare la pensione e chi ha avuto la possibilità di farlo ha dovuto subire lunghe file. Gli stessi disservizi si sono ripetuti sabato, nella giornata del 6 giugno e non sappiamo ancora cosa ci riserverà la giornata odierna, arrecando ulteriore disagio ai cittadini e sottoponendo i lavoratori tutti della sportelleria e i Direttori degli Uffici Postali a turni massacranti


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright