The news is by your side.

Lidi per famiglie, Vieste è la prima

36

Mare accoglienza: la località garganica diventa punto di riferimento.

 

Ancora un prestigioso riconoscimento per Vieste. La splendida località garganica è infatti tra le 25 in Italia ad essersi meritata la bandiera verde, assegnata dal 2008 dalla rivista «OK-la salute prima di tuffo» (mensile di RCS periodici, che si avvale della consulenza scientifica della Fondazione Umberto Veronesi) ai litorali formato famiglia in base a una meticolosa osservazione di spiagge e servizi. Il «premio» è attribuito ogni anno in seguito a una ricerca condotta da Italo Farnetani — docente a contratto di Comunicazione scientifica all’Università di Milano Bicocca — che ha svolto il sondaggio in collaborazione con la Società italiana di pediatria preventiva e sociale sottoponendo alla valutazione di 418 pediatri italiani ben 51 località balneari di tutto il Paese che hanno decretato proprio Vieste come più virtuosa in Puglia, seguita da Ostuni e Gallipoli. Vieste risponde infatti con successo a ciascuno dei criteri su cui si è basato lo studio: ha grandi spiagge con sabbia, un arenile ampio, ombrelloni distanti, operatori per la sicurezza, mare pulito e acqua bassa, strutture ricettive nei presti dei litorali e un adeguato numero di servizi appunto, dai ristoranti alle gelaterie, passando per i negozi. Ogni dettaglio è dunque al suo posto per vacanza che coniughi il divertimento in spiaggia allo svago in centro città per i bambini ma anche per mamma e papà. Entusiasta del nuovo riconoscimento innanzitutto il commissario APT di Foggia Nicola Vascello, che sottolinea la scelta consapevole degli operatori del Gargano di puntare proprio sul turismo familiare: «Le famiglie sono tra quelli che più apprezzano il nostro territorio specie per la facilità di raggiungere le spiagge», spiega. E in particolare proprio Vieste, come racconta Vascello, è tra le mete più pronte ad accogliere nuovi visitatori: 1.800.000 sono le presenze registrate ogni anno, in cima alla classifiche di tutti i comuni pugliesi. E il paese è in vetta anche per il numero di posti letto: 46 mila, rispetto al totale di 96 mila in tutta la regione, e in più con un’offerta adeguatamente segmentata che spazia dai cinque stelle lusso ai B&B. «Ma nonostante l’intervento dell’uomo — precisa Nicola Vascello — Vieste e tutto il Gargano sono un territorio selvaggio: le bellezze naturali di questa terra restano immutate». Un’offerta che però da sola per Vascello non basta: «C’è una forte esigenza di intervenire oltre che con politiche di commercializzazione del prodotto anche con politiche infrastrutturali. L’assenza di un aeroporto a una distanza ragionevole ci frena molto». «Per Vieste la bandiera verde è un fiore all’occhiello — continua Roberto Seppi, consulente per il marketing territoriale nel Gargano — ma bisognerebbe diventasse un marchio d’area dell’intera Puglia».

Fabiana Salsi 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright