The news is by your side.

Università/ Borse di studio per 20 milioni parte il bando “Ritorno al futuro”

15

Un’altra iniziativa per il lavoro della Regione Puglia. 1500 i beneficiari. Le selezioni partono dal 20 giugno. I contributi previsti andranno dai 7500 ai 25000 euro, nel quadro del progetto "Bollenti spiriti". Venti milioni di euro, 1500 borse di studio. E’ questa la nuova misura del piano per il lavoro della Regione. Riguarderà i giovani laureati e permetterà loro di accedere ad una formazione di alto profilo in Puglia, in Italia o all’estero. L’incentivo dà la possibilità di seguire master post-universitari organizzati da istituti di formazione avanzata. Condizione per partecipare al bando un reddito del nucleo familiare inferiore a trentamila euro.

Questa è solo una delle grandi novità del progetto "Ritorno al futuro" (la soglia reddituale precedente era fissata in 50000 euro). Fondamentale è anche l’essere provvisti di una casella di posta elettronica certificata. Possono richiedere la borsa di studio i giovani fino a 35 anni d’età (39 per i disabili). I ragazzi coinvolti devono essere disoccupati e residenti in Puglia da almeno due anni. Se il candidato, pugliese, si è trasferito in altra parte d’Italia da meno di 5 anni, può comunque chiedere di partecipare al bando.    

Le domande di partecipazione possono essere presentate a partire dal 20 giugno. I contributi, erogati dall’ente regionale, andranno da un minimo di 7500, se il corso da frequentare è in regione, in Basilicata o in Campania, ad un  massimo di 25000 euro per i master da svolgere all’estero. 1500, in totale, gli studenti che potranno beneficiarne nel prossimo anno accademico.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright