The news is by your side.

Bari/ Università, cancellati nove corsi. Offerta ridotta nell’anno accademico

18

Tagli a Medicina, Economia, Agraria e Formazione. Via libera del Senato: aumenta il numero chiuso.

 

Nove corsi tagliati e cinque in più a numero chiuso. E’ stata approvata in Senato accademico l’offerta formativa. In totale l’anno prossimo ci saranno 116 ordinamenti (nel 2010 erano 125): a saltare, tra i principali, saranno tre a Medicina (Igiene dentale, Tecniche di fisiopatologia cardiocircolatoria e Tecniche di radiologia medica) uno ad Economia (Economia e commercio internazionale), due ad Agraria (Beni enogastronomici e un accorpamento tra Scienze forestali e ambientali e Sviluppo rurale sostenibile); uno a Scienze della Formazione dove si accorperanno Scienze della comunicazione e Scienze dell’educazione e animazione socioculturale). Tra le novità spicca il corso quinquennale in Scienze della formazione primaria, abilitante all’insegnamento negli asili e nelle elementari.
Aumentano invece gli insegnamenti a numero chiuso: l’anno prossimo ce ne saranno 18, di cui cinque nuovi. Confermati i test di Medicina (per 330 posti), Odontoiatria (per 30 posti), Medicina veterinaria, tutte le professioni sanitarie, Scienze biologiche, Farmacia, Biotecnologie mediche e farmaceutiche, Biotecnologie per l’innovazione dei processi e dei prodotti, Scienze e tecniche psicologiche, Scienze della Formazione primaria e Scienze delle attività motorie e sportive. Ritornano a numero chiuso dopo un anno di stop Scienze della comunicazione (250 posti), Scienze della formazione (230 posti) e Scienze dell’educazione (230 posti). Mentre si aggiungono alla lista Chimica e Tecniche erboristiche.
A causa dei pochi docenti a disposizione, le facoltà sono state costrette a ridimensionare i posti a disposizione anche per i corsi a numero programmato. A Medicina ad esempio si perderanno in totale 330 posti: tra i cambiamenti più drastici i 165 posti in meno per i quattro corsi attivi ad Infermieristica (l’anno scorso erano 605, il prossimo anno saranno 440); 25 in meno in Tecniche della Riabilitazione Psichiatrica, 27 in meno a Medicina (si passerà dai 357 dello scorso anno ai 330 del prossimo) e 6 in meno per Odontoiatria. Tra corsi di laurea soppressi e numero di studenti ridotto, si passerà dai 1695 posti del 2010-2011 ai 1293 del 2011-2012.
I test di ammissione si terranno dal 5 al 20 settembre. «Apprezziamo – commenta Giuseppe Belvedere, di Studenti Indipendenti – la volontà dimostrata da alcune facoltà che si sono impegnate per migliorare la propria offerta formativa, evitando così di duplicare corsi che non riuscivano più a rispettare i requisiti minimi. Siamo sulla giusta strada nell’operazione di razionalizzazione: il prossimo passo dovrà riguardare una migliore gestione del corpo docente». Altra novità del piano dell’offerta formativa è l’istituzione di nuovi corsi abilitanti per l’insegnamento nella scuola secondaria. «Anche se resta da capire – conclude Belvedere – come gestire quei vecchi corsi che fino ad ora garantivano il medesimo sbocco occupazionale».


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright