The news is by your side.

Rodi e Vico promettono un’estate di eventi nonostante i tagli alla cultura

22

A Rodi e Vico, ultime ore di lavoro per approntare il cartellone di eventi estivi. Il clima è di assoluta austerity, dopo i tagli alla cultura e le variazioni alla Finanziaria. I comuni potranno spendere solo il 2O% del costo destinato alle attività culturali nel 2009.

 Un ostacolo insormontabile per alcuni amministratori,che si affidano a cittadini e associazioni permettere in piedi un cartellone degno di nota. Resta tranquillo Carmine D’Anelli, sindaco di Rodi, uno dei comuni più virtuosi d’Italia e che potrebbe ottenere un bonus da utilizzare per la cultura. “I numeri ci danno ragione e anche il quotidiano la Repubblica giorni fa ha esaltato Rodi, unica a “volare” tra i centri del Gargano. Dal 2002 ad oggi s’è registrato un incremento di presenze del 28,47%. Si è passati dalle 100mila presenze (e 27mila arrivi) del 2002, alle 370.856 presenze (e 48.181 arrivi) del 2010 con ben 4.417 stranieri. Tutto, stando ai dati dell’Apt. Insomma, negli anni, l’incremento è stato costante ma anche noi dobbiamo affrontare i tagli. Quest’anno, per il cartellone non andiamo oltre le l7mila euro”. Questo non ferma il vulcanico D’Anelli che, anticipa gli appuntamenti clou dell’estate, in attesa della brochure ufficiale che sarà pronta entro fine settimana. “A inizio luglio, festa patronale con bande prestigiose di Gioia del Colle e Conversano. Il 2 luglio, fuochi a mezzanotte sul porto. Il 3, processione nei quartieri di Rodi e spettacolo pirotecnico da Palazzo di Città, accompagnato da musiche sacre. Alle 21, concerto bandistico di Conversano. Poi, spettacolo in piazza con un concerto di fiati del Conservatorio Giordano di Foggia. Previsti 12-13 sax da tutta Italia”. Con la chiusura della festa patronale dedicata alla Madonna della Libera e San Cristoforo, prenderà il via il Rodi Estate. Dal 4 luglio. Al centro visite museale di via Varano, proiezione di film come ogni anno. Uno spazio prestigioso in una delle zone protette del Gargano e che, oltre al cinema, ospiterà presentazione di libri e cabaret. Il 9 invece, Cristina Chiabotto e Serena Garitta presenteranno una serata piena di ospiti. Attendiamo Risollevante, Cacioppo, Casalino, La Ricotta e altri ancora da Colorado Cafe e Zelig. La serata andrà in diretta su Mtv e SkyUno”. Insomma, tanta roba per D’Anelli fin dall’inizio. Ma la stagione sarà molto lunga. Il cartellone prevederà appuntamenti fino al 10 settembre. 0vviamente, sarà agosto il mese clou. Il 15, a Ferragosto, fuochi sul mare. Il 21 invece, in occasione della festa di San Rocco, dovrebbe arrivare il grande nome. “Sono indeciso tra Spagna (ma vuole 30mila euro) e Giuliano Palma (l3mila) – dice il sindaco -; ma per quest’ultimo bisognerà considerare lo staff e il service (si arriva a l6mila euro, un prezzo comunque abbordabile). Per le feste patronali, non contano i limiti imposti dalla Finanziaria. Gli spettacoli sono possibili grazie a sostegno di cittadini e, eventualmente, di associazioni. Per chiudere l’estate, Sagra del mare il 3 settembre. Si confida nello sblocco del fermo biologico, così da evitare di fare una sagra con il pesce congelato. Punto esclamativo sull’estate, con il Rodi Jazz di inizio settembre, sempre in collaborazione con il Conservatorio Umberto Giordano di Foggia. “Da sempre ci sostengono. “Per questo – conclude D’Anelli-, voglio ringraziare il nuovo presidente Enrico Sannoner, Mario Rucci, Michele Castelluccia e Giuseppe Spagnoli”.
Anche Vico intanto, sta definendo gli ultimi dettagli del cartellone. Il sindaco Luigi Damiani, avverte: “E quasi pronto. A disposizione poche migliaia di euro, per via dei tagli che hanno reso tutto più difficile. Comunque proveremo a ricorrere alle associazioni culturali, sperando di ottenere sostegno”. Già individuato lo spettacolo di punta dell’estate: “Il 31 luglio recital con Sergio Rubini. Ma non mancherà l’intrattenimento leggero. Tornerà Mudù (il 5 agosto) e si attende Alvaro Vitali il 10 e 11 luglio con il suo spettacolo di prosa. Serate a Santa Maria Pura, una location eccezionale per eventi del genere. E poi c’è il Vico Love Fest, manifestazione musicale organizzata dall’associazione artistico-culturale “Zone Studio” in programma dal 22 al 25 luglio. La rassegna musicale sarà presentata domani a Palazzo Dogana a Foggia dagli assessori provinciali alla Cultura e ai Piccoli Comuni, Billa Consiglio e Matteo Cannarozzi de Grazia, dal direttore artistico dell’evento, Vincenzo Aniello e dai soci sostenitori dell’associazioni “Zero Studio” nonché promotori dell’iniziativa, Fabrizio Casimiri e Rocco Romondia (del bar pasticceria, Pizzicato). “Dal 27 al 30 luglio invece, spazio alle 5 confraternite della’ città che proporranno serate a tema e canti sacri”. Non manca lo sport. Imminente (il 2 e 3 luglio), il “King & Queen of the Beach” sul lungomare “Pazienza” di San Menaio. Si tratta di uno spettacolare evento di beach volley, maschile e femminile, che torna a far capolino sulla spiaggia garganica dopo lo straordinario successo della scorsa estate. L’occasione è quanto mai propizia per i tanti appassionati di questa disciplina, per vedere all’opera i migliori specialisti del beach volley, tutti reduci dai massimi campionati di pallavolo indoor. La manifestazione andrà in onda su Sky.
“Con la riorganizzazione della Pro Loco — evidenzia . Damiani -, sarà allestito un programma ad hoc per serate importanti tra San Menaio e la stessa Vico. L’intento è integrare l’offerta turistica con appuntamenti culturali di spessore”. Ma Damiani deve fare i conti con un paio di addii. Quest’anno il sindaco deve abbandonare il Gargano Village e il premio letterario Città di Vico. Mentre è salvo il Festival del Teatro che va avanti da 36 anni ma che ha rischiato di non essere riproposto. “E una nostra peculiarità—ha detto Damiani — ma il contributo dalla Regione non ci sarà. Non è stata riconosciuta la costanza della manifestazione, perciò saremo costretti a ridimensionarla. Ma va bene così”.

Francesco Pesante
L’Attacco


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright