The news is by your side.

“Zecca” artigianale scoperta a S. Giovanni Rotondo

31

Una tipografia clandestina di banconote in una stanza del suo appartamento e’ stata attrezzata da un venditore ambulante di 37 anni di San Giovanni Rotondo arrestato con l’accusa di falsificazione di monete, detenzione abusiva di armi e installazione di apparecchiature finalizzate ad intercettare o impedire comunicazione e conversazioni. Le indagini sono partite dopo la segnalazione che in qualche esercizio commerciale del centro garganico venivano spese banconote false. Dopo qualche giorno i carabinieri hanno anche accertato che l’uomo aveva chiesto ad una tipografia il timbro del tempietto che figura sulla banconote da 50 euro. Cosi i carabinieri hanno fatto irruzione nell’appartamento dove l’uomo vive con i genitori. Al terzo piano della villetta i militari hanno trovato una vera e propria tipografia illegale. Nel corso della perquisizione sono state sequestrate 449 banconote di vario taglio per un totale di oltre 18mila e 540 euro.
  sequestrate anche 80 false strisce di sicurezza color argento; sette punzonatori in ferro, due stampanti e anche tre radio trasmittenti e uno scanner con il quale riusciva a sentire le comunicazioni delle forze dell’ ordine. L’indagato, hanno accertato gli inquirenti, aveva gia’ speso, soprattutto le banconote da 10 e 20 euro, in alcuni esercizi commerciali di San Giovanni Rotondo e stava verificando la spendibilita’ delle banconote da 50 euro.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright