The news is by your side.

Risposta del Consigliere regionale Avv. Giandiego Gatta alla nota Mastropaolo

17

Caro sig. Mastropaolo,
a proposito della nota a Sua firma titolata “Parco / Nomina del commissario si attende il consiglio di stato”, pubblicata sul sito di “Ondaradio” martedì 5 luglio alle ore 9,43, tengo a contestare l’ultima espressione da Lei adoperata, secondo la quale non avrei lasciato “di buon grado la presidenza dell’ente parco”, adoperandomi per la riconferma. Evidentemente questa circostanza è frutto della Sua fantasia, degna di migliore valorizzazione in romanzi fantascientifici, e non in cronache politiche che necessiterebbero di maggiori Verità.
Orbene, non solo ho lasciato la presidenza (rectius, il commissariamento) del Parco del Gargano in assoluta serenità, consapevole di avere svolto un buon lavoro e di avere profuso grandi sforzi per il raggiungimento di diversi obiettivi, ma ho sostenuto – come ancor oggi sostengo – la opportunità, se non addirittura la necessità, che si debba evitare il cumulo di cariche ed incarichi in capo ad un solo soggetto, al fine di consentire un efficace ed efficiente espletamento di un compito (e non di una moltitudine – spesso infinita – di funzioni!!), e di concedere altresì maggiori opportunità a tutte le persone capaci di assolvere a ruoli di responsabilità.
Ecco perché non mi sono affatto adoperato per una mia riconferma al Parco, e la Sua affermazione, evidentemente suggeritaLe da qualcuno in malafede, mi rendeva necessaria questa smentita.
D’altra parte, di questo mio pensiero e sensibilità sono a conoscenza tutti i simpatizzanti del mio partito e gli organi statutari, a cominciare dal coordinatore provinciale Gabriele Mazzone e dal suo vice Tonino Chieffo, da Lei “destituito” nell’articolo, in cui ha erroneamente attribuito la carica di vice coordinatore provinciale ad altri.
Un po’ di attenzione in più e di rispetto della Verità non guasterebbe, caro Mastropaolo.

Cordialmente
Giandiego Gatta


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright