The news is by your side.

L’idea della Provincia: una scuola di protezione civile nella Foresta Umbra

69

L’annuncio dell’assessore: “Una sinergia tra enti e istituzioni”.

 

L’amministrazione provinciale istituirà una Scuola di protezione civile. La notizia data dall’assessore provinciale ai Lavori pubblici, Domenico Farina, intervenendo all’incontro tenutosi, presso il distaccamento dell’A.M. di Jacotenente, di stanza in Foresta Umbra, alla presenza di Franco Gabrielli, Capo della protezione civile nazionale, che ha visitato il campo base dell’A.M. dove, da giugno operano gli uomini della protezione civile di Emilia Romagna, Friuli, Puglia.
L’occasione per fare il punto della situazione per quanto riguarda l’organizzazione del sistema nazionale di protezione civile. “Un sistema che regge in un momento certamente non dei migliori per il nostro Paese – ha spiegato Gabrielli – aggiungendo che, anche se tra mille problemi, è un’organizzazione che in ogni occasione sa dare il meglio di sè”.
Franco Gabrielli ha spiegato che le “difficoltà fanno da stimolo all’impegno di quanti, costante- mente, garantiscono un servizio essenziale per quelle comunità colpite da eventi drammatici. Come è apprezzabile la sinergia tra le Regioni, prova ne è che oggi Emilia Romagna, Friuli e Puglia operano gomito a gomito per evitare che possano ripetersi situazioni drammatiche come gli incendi che nel 2007 interessarono Peschici, Vieste e Vico del Gargano”.
A fare gli onori di casa, il comandante del presidio dell’A.M., Antonio Francesco Di Paola, che ha parlato di una “bellissima esperienza che, da quattro anni si ripete, ospitando i volontari della protezione civile. Una sinergia tra enti ed Istituzioni di cui dobbiamo essere orgogliosi”.
Dopo due anni di collaborazione con protezione la civile del Piemonte, quest’anno sono i volontari del Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna, a collaborare con la protezione civile pugliese.
“Una collaborazione – ha detto l’assessore della Protezione civile dell’Emilia, Paola Gazzolo – che offre a tutti l’opportunità di confrontarsi con le organizzazioni di altre regioni, accrescendone esperienza e metodologie di interventi in un settore difficile e complesso come è un incendio boschivo”.
Parole fatte proprie dal rappresentante del Friuli, Guglielmo Berlasso, il quale ha aggiunto che queste forme di collaborazione consolidano i rapporti umani”. Il direttore pugliese della protezione civile, Luca Limongelli,ha anticipato che la Regione continuerà ad investire in questo settore, essendo, la Puglia, oltre che custode di un patrimonio ambientale di inestimabile valore, terra di accoglienza.

Franco Mastropaolo


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright