The news is by your side.

Vieste – Rapinata la Banca Popolare di Milano

3

Un colpo studiato nei minimi dettagli è stato messo a segno questa mattina ai danni della filiale viestana della Banca Popolare di Milano, in via Madonna della Libera.

La filiale della Banca di Milano pochi minuti dopo la rapinaEra da poco passato mezzogiorno quando un gruppo di malviventi (3-4 persone incappucciate ed armate) ha fatto ingresso negli uffici della sede posti al primo piano, passando attraverso una finestra che si affaccia su un giardino sottostante; dopo aver immobilizzato il direttore, stendendolo sul pavimento e legandolo con del nastro adesivo argentato, si sono fatti consegnare dagli impiegati le ingenti somme che gli imprenditori turistici hanno versato a loro (e non alle casse) quali introiti del ponte di ferragosto. I rapinatori sono, poi, fuggiti dalla stessa finestra da dove sono entrati, eludendo, quindi, la sorveglianza posta all’ingresso della filiale.

Il tutto mentre al piano sottostante si svolgevano regolarmente le operazioni di cassa. Alcuni testimoni avrebbero raccontato di aver visto fuggire delle moto di grossa cilindrata in direzione del lungomare Enrico Mattei, quello che porta al litorale sud, verso Mattinata.

Tempestivo, per quel che l’intenso traffico permetteva, è stato l’intervento dei Carabinieri della Tenenza di Vieste che ha cercato di individuare i ladri che, però, hanno fatto perdere le proprie tracce. Sul posto si è recato il tenente Leonardo Bochicchio e un ingente numero di militari, molti dei quali in borghese, richiamati nonostante non fossero in servizio. Non è ancora stato reso noto l’ammontare del bottino trafugato.

L’ultima rapina subita dalla filiale della Banca Popolare di Milano è datata 20 luglio 2007; a realizzarla fu un rapinatore barlettano, arrestato due mesi dopo. Risale al 18 luglio 2008, invece, l’ultimo colpo in banca effettuato a Vieste prima di quello odierno: a finire nel mirino dei malviventi fu l’allora filiale del Banco di Roma (ora chiusa) posta a pochi metri di distanza da quella della BPM.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright