The news is by your side.

Rodi/ Quella marea nera ed è allarme in attesa delle analisi delle acque

5

La cronaca di una giornata che difficilmente potrà essere dimenticata dai tantissimi bagnanti che affollano la spiaggia di ponente a Rodi Garganico.Un mare che, improvvisamente, ha perduto i suoi colori naturali per assumere quelli di una lunga striscia marrone scuro.  E, a giusta ragione, c’è stata una sorta di mobilitazione generale da parte dei villeggianti, a dir poco preoccupati, non sapendo l’origine dell’innaturale colorazione dello specchio di mare. “Una lunga striscia nera – hanno spiegato – che ha deturpato l’immagine».Tanti gli interrogativi sulle cause del preoccupante fenomeno, ma risposte zero. Si è sospettato che la causa fosse da far risalire alla improvvisa apertura delle chiuse del Lago di Varano, in quanto a seguito di una analisi superficiale dell’incresciosa situazione si era pensato che la colorazione derivasse dalla presenza di alghe; ipotesi quasi subito accantonata, di fronte all’evidente e più che giusta preoccupazione di quei bagnanti che, in acqua, si sono visti letteralmente circondati da residui di scarichi fognari. Altra ipotesi, con molta certezza quella più credibile, la rottura della pompa di sollevamento dell’impianto di depurazione che ha riversato in mare i liquami. Comunque, spetterà alla magistratura accertare le cause e risalire ad eventuali responsabili di quanto accaduto. Il passaparola tra i bagnanti ha fatto da tam tam e, in breve tempo, c’è stata una mobilitazione generale che ha richiamato l’attenzione delle autorità competenti su quanto stava accadendo. In primis il sindaco, Carmine D’Anelli, il quale, personalmente, ha potuto verificare la situazione assicurando che avrebbe interessato gli organismi competenti per capire la causa o concause che hanno determinato l’inquietante fenomeno. Nello stesso momento un improvvisato comitato si è preoccupato di richiamare l’attenzione di Capitaneria di porto e Procura della repubblica presso il Tribunale di Lucera affinchè si procedesse all’esame delle acque. Uno dei componenti il comitato ha spiegato che è indispensabile che si proceda, con urgenza, al “prelievo e all’esame dell’acqua marina lungo la costa di ponente di Rodi Garganico».Fortunatamente, già nella tarda mattinata di ieri, il mare è tornato ad avere i suoi colori naturali.

Francesco Mastropaolo


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright