The news is by your side.

Foggia e Moldaunia? Meglio il Molisannio

8

C’è una abilità tutta italiana ad aggirare le norme, a trovare l’escamotage per evitare la regola. o la legge, che non piace. La riduzione delle Province è un provvedimento serio per diminuire i costi della politica. Ma a veder diminuire le poltrone ci stanno in pochi. Per evitare la cancellazione le province di Isernia, Campobasso e Benevento pensano ad unirsi e creare una nuova regione, il Molisannio, alla quale potrebbero unirsi anche tre comuni della provincia di Foggia. Due le considerazioni. La prima: le province molisane pensano seriamente all’autonomia e alla nascita di una nuova Regione, e guardano alla fusione con Benevento. Uno smacco per un altro progetto di fusione, quello della Regione Molise con la Capitanata, la Moldaunia cara all’ing. Amodeo. Uno smacco per Amodeo e la Daunia. Se Isernia e Campobasso scaricano Foggia e guardano a Benevento ci sarà qualche ragione. Forse perchè la Capitanata è la Regione più povera d’Italia – come attestano gli ultimi dati UNIONCAMERE – o forse perchè è tra quelle con il più basso indice di vivibilità, o perchè è in coda a tutte le classifiche possibili? C’entrerà qualcosa la diffusione criminale – la più consistente del Bel Paese – ultima classifica Sole24 ore – o la massima allerta sul Gargano, il comprensorio più pericoloso del Mezzogiorno, parola di Alfredo Mantovano? La seconda considerazione riguarda i tre comuni foggiani interessati ad aderire alla provincia di Campobasso: Serracapriola, Chieuti e Lesina. Anche qui si tratta di uno smacco, per la Capitanata in senso lato e per l’attuale Amministrazione provinciale. Tanto più che due dei tre comuni con tentazioni secessioniste – Chieuti e Serracapriola – sono governati da maggioranze di centrodestra, come Palazzo Dogana. Un particolare che deve far riflettere gli inquilini di piazza XX settembre.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright