The news is by your side.

Tasse RC Auto: in Capitanata niente aumenti. Soddisfatto Sna-Confcommercio

3

Finalmente una buona notizia. L’Amministrazione Provinciale non penalizzerà gli automobilisti di Capitanata. La conferma è giunta nei giorni scorsi dall’assessore al Bilancio, Matteo Cannarozzi de Grazia.
Con soddisfazione il Presidente provinciale dello Sna-Confcommercio (Sindacato Nazionale Agenti di Assicuazione) di Foggia, Emilio Gaeta, ringrazia Il Presidente Pepe e l’intera amministrazione provinciale, per aver accolto e tenuto in debita considerazione la richiesta del Sindacato Nazionale Agenti di Assicurazione di non procedere per il 2011 all’aumento dell’aliquota del imposta per le polizze RCA soggette già a pesanti aumenti di tariffa. Come è noto, infatti, il Decreto legislativo 06/05/2011 n. 68, recante disposizioni in materia di autonomia di entrata delle provincie, prevede la facoltà per quest’ultime di variare, a decorrere dal 2011, l’aliquota base del 12,50% dell’imposta gravante sui premi di assicurazione della RCA con una oscillazione di 3.5 punti percentuali in aumento o in diminuzione. Una facoltà di cui, dunque, la Giunta Pepe ha deciso di non avvalersi. Maggiore è la soddisfazione se si prende atto che tante altre Amministrazioni provinciali dal primo agosto hanno apportato le variazioni in aumento. Con punte che prevedono maggiorazioni fino al 16%, determinando aggravi di costi per gli automobilisti e per le aziende. Il numero delle amministrazioni che hanno deciso di innalzare le tasse delle RCA sembra destinato ad aumentare. Le province che hanno deciso di aderire sono ad oggi già 36 e proprio tramite questo innalzamento delle tasse, nel prossimo anno le polizze saranno più care di 40 euro circa. Ecco l’elenco delle province che hanno deciso di aumentare l’imposta, con la percentuale in vigore dal 1/8/2011: Alessandria 16% – Ancona 15,5% – Arezzo 16% – Asti 16% – Belluno 16% – Benevento 16% – Bologna 16% – Catanzaro 15% – Chieti 16% – Cosenza 16% – Cremona 16% – Crotone 16% – Ferrara 16% – Forlì-Cesena 16% – Imperia 16% – LaSpezia 16% – L’Aquila 15,5% – Lecce 16% – Massa-Carrara 16% – Milano 16% – Perugia 16% – Pesaro e Urbino 16% – Pistoia 15,5% – Reggio Emilia 16% – Rieti 16% – Rimini 16% – Rovigo 16% – Salerno 15,5% – Savona 16% – Teramo 16% – Terni 16% – Treviso 16% – Venezia 16% – Verbano-Cusio-Ossola 16% – Verona 16% – Vibo Valentia 16%. "La nostra soddisfazione – sottolinea Emilio Gaeta – è tanto più grande per la disponibilità e la sensibilità dimostrate dalla Provincia di Foggia nei confronti delle istanze avanzate su questo fronte nei mesi scorsi. Un gesto – conclude il Presidente provinciale dello Sna-Confcommercio di Foggia – tanto più importante alla luce della critica situazione economica vissuta dal Paese e da tantissime famiglie di Capitanata".


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright