The news is by your side.

Calcio Eccellenza/ NONOSTANTE TUTTO….FORZA ATLETICO VIESTE!

1

L’Atletico Vieste targato Lo Polito ha iniziato positivamente il campionato di Eccellenza edizione 2011/2012, un pareggio esterno ottenuto sul campo del Francavilla Fontana è senz’altro positivo per la classifica..anche se alla vigilia dell’incontro le sensazioni erano altre,  il Vieste partiva col favore del pronostico.
Sul campo sono accadute cose strane, le incertezze della terna arbitrale, il caldo afoso ed una difesa come quella viestana non ancora in sintonia, tutto questo ha sovvertito il pronostico ed il Vieste ha rischiato addirittura di perdere visto che solo in zona “Cesarini”…ha raggiunto il meritato pareggio.
In Coppa Italia sul campo di Manfredonia i viestani hanno tenuto bene il campo per tutto il primo tempo, nella ripresa si sono distratti ed hanno preso tre goals in otto minuti, sicuramente qualcosa si è inceppato anche in quell’occasione facendo saltare letteralmente il pronostico che vedeva favoriti i viestani.
Troppa enfasi c’è stata per questa squadra che seppur forte in ogni reparto ha bisogno ancora di tempo per amalgamarsi, il gioco di mister Lo Polito richiede pazienza nell’applicazione e sacrifici continui negli allenamenti, cari tifosi ci vuole tempo!
Doverose queste parole perché già si sentono i primi mugugni intorno a questo giovane tecnico, nulla di più sbagliato in questo momento visto che Lo Polito ha le idee molto chiare sugli schemi di gioco da adottare…
Finalmente è iniziato il campionato dopo un lungo tormentone estivo condito dal lungo silenzio della Società e dalle notizie in pillole, poi all’improvviso la notizia vera: “il ritorno in sella del patron Lorenzo Spina Diana”..è sta una bella notizia!…ma il patron non ha resistito ed ha lanciato messaggi chiari ai suoi detrattori (li ha sognati??).
Ammesso che ce ne siano…ma veramente c’è qualcuno che non vuole il patron?
Su di lui (Lorenzo il magnifico)…sino a ieri si era detto che: “né sapeva una più del diavolo”…., ci ha regalato in pochi anni l’Eccellenza e tante domeniche indimenticabili, i suoi ragazzi (i calciatori)..li abbiamo visti crescere giorno per giorno (illustri sconosciuti).
Ogni successo era un pianto di gioia, ogni domenica quel telefono del presidente scottava, durante le partite, dopo le partite, quei ragazzi inconsapevoli del loro coraggio, della loro forza, hanno stupito tutti.
Aver raggiunto quel traguardo così importante come l’Eccellenza Pugliese e l’aver disputato un campionato di vertice sembrava una impresa inutile, poco riscontro c’è stato nella città, lo stesso patron Lorenzo Spina Diana a fine campionato sembrava stanco e demotivato, erano sensazioni palbabili di un uomo vittima anche dei suoi errori.
Poi avvenne il “miracolo”….l’ennesimo in casa Atletico Vieste, l’ostinato presidente non poteva e non doveva mollare, così ha deciso di vendere la sua anima al “diavolo” affidandosi a “Mefistofele”, come d’incanto sono comparsi i nuovi sponsor e nuove risorse economiche, l’Atletico Vieste è rinato così dalle ceneri.
Complimenti al Direttore Sportivo Gigi Paglialonga (Mefistofele)……lui ha ridato il sorriso al triste Lorenzo mettendo le cose a poste, verità la sua missione era già in atto da tempo, Franco Patrone, Matteo Azzarone e la vecchia combricola di Lorenzo spazzata via,…ora il rettangolo verde del “Riccardo Spina” è tutto suo!
Complimenti al “ministro” Aldo Ragni “…”il diavolo”, che finalmente ha scelto il momento giusto per entrare nell’Atletico Vieste, ma attenzione il “Ministro”…non farà da comparsa e quindi qualcosa in cambio chiederà.
L’Atletico Vieste ormai è una bella donna che tutti vogliono portare con sé ma è anche opportunità politica, opportunità sociale, e fin quando le esigenze di ognuno verranno soddisfatte si andrà avanti col dare ed avere!
Tutti pazzi di gioia per questo Atletico Vieste?…Sicuramente si…ma di quelle emozioni forti, di quella squadra neonata cresciuta a piccoli passi tra il rigore e l’umiltà, tra le parole del Presidente ed il trionfo sui campi..cosa ne è rimasto?
Maurizio Gentile il leggendario capitano, il condottiero di tutte le grandi vittorie ha gettato la spugna, lui che non ha mai mollato…ma perché doveva mollare proprio adesso?
Sembra che l’intera vicenda Gentile sia stata liquidata con una semplice calcolatrice, nessun sentimento c’è stato, e Maurizio da gran signore ha tolto il disturbo!
Nessuno mai dimenticherà Maurizio Gentile che dal 2006 al 2011 ha segnato con la maglia dell’Atletico Vieste quasi 90 reti, reti di rara bellezza, da cineteca, lui era veramente il capitano dentro e fuori.
Incoraggiava i più giovani, non saltava un allenamento, non pretendeva di giocare sempre e rimproverava il cronista quando si criticava la squadra, era lui il leggendario giocatore che il patron Lorenzo Spina Diana aveva scelto per il suo disegno futuro.
Oggi Lorenzo è cambiato, ha venduto la sua anima al “diavolo”…non ricorda più le emozioni semplici, vuole la rivincita subito…e forse l’avrà!
Ora quei detrattori di Lorenzo Spina Diana di un tempo sono diventati i suoi collaboratori con a capo (Mefistofele) e i veri amici sono diventati (per alibi)..i suoi nemici.
Non ci resta che seguire l’Atletico Vieste per questa nuova avventura e sostenerlo sempre nonostante sia rimasto solo un “Angelo” in mezzo al campo!
                                                                          Michele Mascia


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright