The news is by your side.

Foggia, al capezzale del Lisa per garantire continuità ai collegamenti aerei

3

Si terrà oggi nella Sala del Tribunale di Palazzo Dogana, l’incontro convocato dal presidente della Provincia,  Antonio Pepe, dal sindaco di Foggia, Gianni Mongelli, e dal presidente della Camera di Commercio, Eliseo Zanasi, per discutere dell’operatività dell’aeroporto "Gino Lisa" e delle strategie utili al consolidamento e al potenziamento della sua attività. Alla riunione – che fa seguito al vertice tenutosi presso l’assessorato regionale alla Mobilità – parteciperanno l’assessore regionale Guglielmo Minervini, i vertici della società "Aeroporti di Puglia", i consiglieri regionali ed i parlamentari eletti in Capitanata, i sindaci della provincia di Foggia e i rappresentanti delle associazioni di categoria e del mondo economico e produttivo del territorio.

Si tratta di un momento molto importante per il destino dei voli dallo scalo foggiano che, a breve, dovrebbe avere una pista più «competitiva» in grado di poter accogliere voli con capienza fino a 150 passeggeri.

Sull’incontro odierno da registrare anche la posizione del comitato «Gino Lisa-San Pio», uno dei tanti sodalizi che animano il confronto sul destino dello scalo foggiano.

«La prospettiva di mantenere i voli dall’aeroporto Gino Lisa desta preoccupazione ma non per la mancata risposta degli utenti-passeggeri, ma per i scarsi risultati prodotti dalle istituzioni locali. Il comitato Gino Lisa-San Pio, costituito per valorizzare e tutelare lo scalo foggiano, si è riunito d’urgenza per fare il punto della situazione a poche ore dall’incontro programmato a Palazzo Dogana e a cui prenderanno parte i rappresentanti delle istituzioni locali. Il comitato, esprimendo forte preoccupazione per l’attuale situazione, evidenzia la mancata sensibilità degli organizzatori nel non invitare i rappresentanti della società civile che fino ad oggi hanno tenuto accesa la speranza di rendere sempre più fruibile l’aeroporto di Foggia», si afferma in una nota del comitato che aggiunge: «La presenza di una delegazione del comitato poteva essere un alleato importante per le istituzioni, capace anche di ricordare alla Regione come negli ultimi tempi ci sono state attenzioni nei confronti dello scalo foggiano, ma sempre notevolmente inferiori rispetto a Bari e Brindisi, aeroporti già ampiamente operativi. L’allungamento della pista, continua il comitato, è un fatto determinante ma allo stesso tempo è necessario accordare un investimento deciso e duraturo per assicurare sempre più vettori da Foggia in attesa di avere lo scalo funzionale per aerei che possono trasportare più passeggeri e per i charter. A tal proposito, il comitato chiede che vengano stabiliti e rispettati i tempi per l’allungamento della pista, attraverso una conferenza di servizi aperta alla cittadinanza nella sala del consiglio comunale di Foggia. I foggiani hanno il diritto di volare, ma hanno anche il dovere di giudicare l’operatività di chi li rappresenta. L’aeroporto Gino Lisa rappresenta il più importante tramite per lo sviluppo dell’economia locale, a partire da turismo. Chi non sostiene lo scalo foggiano non ama la sua terra».


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright