The news is by your side.

Peschici – LETTERA APERTA DI UN TURISTA SUL SITO DEL DEPURATORE

3

 

Al Signor Sindaco, Al Presidente del Consiglio Comunale, Ai Signori Consiglieri Comunali
del Comune di Peschici…

Sono un pugliese che da molti anni vive nel settentrione per motivi di lavoro e quando ne ho la possibilità ritorno molto volentieri nella mia terra. Specialmente nella stagione estiva, mi piace tornare nel Gargano dove ho la possibilità di ammirare le bellezze naturali e paesaggistiche e apprezzare l’aria pulita e fresca che si respira attraversando le pinete di questo angolo di Paradiso.

Dopo molti anni sono riuscito ad acquistare una residenza nel territorio del “Gargano” e precisamente a Peschici ed è per me motivo di orgoglio tanto da aver fatto innamorare del paesaggio anche i miei attuali compaesani dell’Alto Vicentino, i quali hanno potuto conoscere non solo le bellezze naturali di Peschici ma anche i miei conterranei pugliesi che, ovunque si trovino, si fanno onore per la loro laboriosità ed intraprendenza.
Peschici è famosa in Italia e all’estero per le sue bellezze naturali e per il mare che con orgoglio definisco “caraibico”, lambito com’è, da coste mozzafiato, frastagliate ed a strapiombo! Peschici deve essere grata a “Madre Natura” che si è divertita a disegnare tale scenario unendo i colori del mare a quelli della pineta, mescolandoli in uno spettacolo di immagini e profumi che poco hanno ad invidiare ai paradisi tropicali che si vedono nei film.
Quanto rappresentato non è frutto di fantasia o di un sogno che al risveglio svanisce ma è pura realtà! Ma, ahimè, nel caso specifico mi ritrovo sbigottito di fronte ad un tratto del territorio urbano, che abbruttisce e rovina quanto di più bello la natura ha creato. Parlo di due “cerchi” che dall’alto del paese si notano e che, addirittura, sono visibili su “Google Earth” (vedi foto).
Cosa sono? Che bellezza naturale è? E’ così perfetta la natura da scolpire la costa con quella precisione geometrica? No! Ingrandendo l’immagine, invece, si scopre che è un artificio dell’uomo. Non è fantasia, non è bellezza naturale, non è attrazione paesaggistica, non sprigiona aria pulita e frizzante! E’ il depuratore! Sono le vasche di decantazione dei liquami cittadini, dei reflui! Mi chiedo e poi chiedo al Sindaco, ai consiglieri comunali tutti: perché tale costruzione non sia stata realizzata distante dall’abitato scegliendo altro sito? Quali sono state le motivazioni? Penso che quando si debba programmare-progettare un intervento, pur se dotati di intraprendenza, di indubbia capacità e competenza, se il tutto non viene pianificato analizzando tutte le varie problematiche e componenti interessate direttamente ed indirettamente dall’intervento, gli obiettivi ottimali non possano essere raggiunti e, si rischia come in questo caso di ottenere un risultato negativo.
Un altro sito, ben distante dall’abitato avrebbe sicuramente:
– rispettato il paesaggio e il belvedere naturale della costa eliminando il depauperamento della costa;
– eliminato l’impatto ambientale dell’aria insalubre e maleodorante che si sprigiona dal “prodotto” lavorato dalle vasche soprattutto durante la stagione estiva;
– eliminato il rumore assordante (soprattutto notturno) che disturba la tranquillità dei cittadini-turisti;
– garantito ai cittadini e ai turisti tutti un vero esempio di rispetto della natura (il tanto decantato “sviluppo sostenibile”), dell’ambiente, dei cittadini e delle migliaia di turisti che crescono di anno in anno;
– in ultimo, ma non per importanza, l’impianto che ormai è datato va riqualificato in base alle necessità di quella che oggi è Peschici.
Quanto esternato sicuramente è già noto ai destinatari di questa mia lamentela. Mi viene quindi spontaneo fare appello alla Vostra intraprendenza e chiederVi di procedere spediti a valutare tale problematica. Perché nelle more di una nuova allocazione, di futuri finanziamenti, nel frattempo non si studia una soluzione temporanea? Magari che preveda una copertura di tali vasche, con un mini impianto di aspirazione degli odori e una soluzione per ridurre l’inquinamento acustico ed eliminare gli odori nauseabondi delle calde giornate estive!
Perché non rendere Peschici una località davvero unica non solo per i turisti ma anche per chi ci vive tutti i giorni?
Io amo Peschici e Voi?


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright