The news is by your side.

Per un’altra Vieste/ “perché nel palazzo di città non si fanno più le pulizie?”

13

Quando si dice che in Comune non si respira una buona aria, non è solo una metafora, ma dal 15 settembre è cominciato ad essere un dato di fatto. A partire da quella data, infatti, nel palazzo di città non si fanno più le pulizie ordinarie. Non si puliscono i bagni, non si spolvera sulle scrivanie, non si svuotano i cestini, non si spazzano e lavano i pavimenti. Non sono garantite, insomma,le più basilari norme igieniche al personale del comune e tantomeno ai cittadini che si recano lì.  Il contratto con  l’impresa di pulizie è scaduto da quasi un anno e non si è ancora provveduto ad emanare un nuovo bando di gara. L’impresa, che ha continuato ad offrire il servizio, da aprile non viene più pagata e, così,  ha deciso di sospenderlo.
Che cosa succede? E’ una grave incuria? O è la conseguenza di una gestione fallimentare che ha prosciugato le casse comunali? Qualunque sia la causa  questa situazione non è giustificabile e non è più tollerabile.

Gruppo consiliare “Per un’altra Vieste”
Annamaria Giuffreda
Giuseppe Calderisi


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright