The news is by your side.

Provincia FG Ente d’eccellenza nazionale per il Servizio Civile Volontario Europeo

5

La Provincia di Foggia si conferma Ente di eccellenza nazionale nell’ambito della gestione e dell’elaborazione dei progetti nel campo del Servizio Civile Volontario.  A confermarlo sono le graduatorie relative alle progettualità 2011, nelle quali l’Ente di Palazzo Dogana ha ottenuto l’approvazione di 17 progetti che si svolgeranno in Capitanata e di un progetto per il Servizio Civile Volontario Europeo. In quest’ultimo ambito, in particolare, la Provincia di Foggia è l’unico Ente locale italiano – assieme alla Provincia Autonoma di Trento – a potersi cimentare nella sperimentazione di progettualità all’estero.
«Si dimostra ancora una volta così la virtuosità e la capacità progettuale e di coordinamento della Provincia di Foggia – commenta il presidente Antonio Pepe – Puntavamo molto sulla possibilità di essere un Ente "pilota" italiano per il Servizio Civile Volontario Europeo, consapevoli dell’importanza che, oggi più mai, rivestono le esperienze che i nostri ragazzi possono svolgere fuori dai confini nazionali. Un’occasione straordinaria che permetterà ai giovani di Capitanata di acquisire competenze e misurarsi con una sfida che, anche sotto il profilo del volontariato, è sempre più globale». Per il presidente della Provincia si tratta di «un risultato che, nell’anno Europeo del Volontariato, pone il nostro territorio all’avanguardia e attesta il ruolo d’eccellenza dell’Amministrazione provinciale».
Il progetto che porterà 4 volontari della provincia di Foggia in Polonia, nel voivodato della Slesia presso la città di Czestockowa (la regione più industrializzata e urbanizzata di tutta la nazione polacca), è intitolato "Figli di un dio minore" e opererà su fronte dell’assistenza familiare, dell’assistenza dei neonati abbandonati e nel campo delle adozioni, ma anche confrontandosi con il tema della cooperazione istituzionale con il sistema delle autonomie locali polacche e delle organizzazioni non governative. Per quel che riguarda i 17 progetti nazionali dei quali l’Ente di Palazzo Dogana ha ottenuto l’approvazione, invece, saranno in tutto 56 i volontari impiegati nelle città di Foggia, San Giovanni Rotondo, San Severo, Stornara, Cerignola, Sannicandro Garganico, Apricena, Anzano di Puglia, Lesina e Vico del Gargano. «La rete dei progetti che abbiamo coordinato – spiega l’assessore provinciale con delega al Servizio Civile, Leonardo Lallo – assume una valenza particolare in un momento di così grande crisi economica. Da un lato infatti lo strumento del Servizio Civile consente ai nostri ragazzi di impegnarsi in un’attività da cui possono ottenere un reddito economico, sia pure limitato nel tempo, e dall’altro, aspetto ancor più importante, consente loro di mettere la loro generosità, il loro impegno e le loro conoscenze a disposizione di iniziative tese a difendere i soggetti più deboli della nostra società. I settori in cui opereranno questi progetti vanno infatti dall’aiuto agli anziani alla lotta al disagio giovanile, dal miglioramento dei servizi sociali ospedalieri al sostegno della comunità dei migranti di Capitanata, sino alla valorizzazione del patrimonio culturale e artistico del territorio. Un grazie sincero va dunque all’ufficio provinciale del Servizio Civile per la passione, la competenza e la professionalità con cui si sono occupati dei progetti e del loro coordinamento amministrativo e operativo». I soggetti che hanno ottenuto l’approvazione delle proprie progettualità sono la Provincia di Foggia, l’Università degli Studi di Foggia, l’assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Foggia, l’associazione di assistenza e accoglienza "Genoveffa De Troia", l’associazione Onlus "Alla Salute", l’Admo, l’Avis Foggia, il Comune di San Giovanni Rotondo, la Casa anziani Padre Pio, l’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza, il Comune di San Severo, il Comune di Stornara, l’associazione "Superamento handicap", il Comune di Anzano di Puglia, il Comune di Lesina, il Comune di Vico del Gargano. E’ possibile presentare domanda per un solo progetto. I candidati devono aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superano il ventottesimo anno di età alla data della presentazione della domanda. Le domande di ammissione dovranno pervenire entro le ore 14.00 del 21 ottobre 2011 presso le sedi di attuazione dei progetti. Per tutte le informazioni sui progetti è possibile rivolgersi all’Ufficio Servizio Civile della Provincia di Foggia o consultare il sito www.serviziocivile.provincia.foggia.it


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright