The news is by your side.

Manfredonia/ Chiude il mercato ittico. Troppi debiti!

3

Riprende la pesca, chiude il mercato ittico. Sono i paradossi di una città, Manfredonia, sempre più alle prese con problemi di natura finanziaria.

Chiude per debiti nei confronti delle banche, debiti maturati a causa della cattiva gestione del ‘Consorzio Mercato Ittico’, ma soprattutto perchè diversi commercianti di Manfredonia, e non di fuori, non hanno quasi mai pagato il pescato acquistato, contribuendo così a far lievitare la situazione debitoria fino a quasi un milione di euro. Ieri sera, su forte spinta dell’assessore alle attività produttive, Antonio Angelillis, si è riunita l’assemblea dei soci la quale ha deciso di mettere in liquidazione il consorzio. Nel frattempo sarà il Comune di Manfredonia a gestire il servizio per far fronte all’emergenza. Angelillis è disposto a sopperire alla crisi con un intervento finanziario pari alla metà del debito accumulato, la restante parte la dovrebbero mettere Camera di Commercio e Provincia di Foggia, insieme alle cooperative. Ma entrambi gli enti, così come le cooperative non si sono mai presentati alle riunioni facendo capire che non hanno nessuna intenzione a contribuire al saldo. Deluso, amareggiato, ma nello stesso tempo fiducioso, l’assessore Angelillis che attribuisce le colpe a tutti, ad iniziare da quei pescatori che non conferivano il pescato al mercato, bensì lo vendevano direttamente ai commercianti. Su 230 barche iscritte al compartimento marittimo di Manfredonia, solo 30, si rivolgevano al mercato ittico. E così, almeno per il momento, il mercato chiude i battenti in attesa di saldare un debito di un milione di euro. E lunedì si ritorna a pescare dopo il fermo biologico durato 2 mesi.

Saverio Serlenga


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright