The news is by your side.

Vieste/ Navigazione porto di Vieste norme di sicurezza

3

ORDINANZA N. 57/2011

 

Il Capo del Circondario Marittimo e Comandante del Porto di Vieste,
VISTI: gli articoli 17, 30, 62, 63, e 81 del Codice della Navigazione, nonché
dall’articoli 59, 62, 63, 64, 65, 71,73, 74 del Regolamento di Esecuzione del
Codice della Navigazione;
VISTI: gli atti d’ufficio;
VISTA: la propria Ordinanza n. 30/11 datata 30.06.2011;
RITENUTO: necessario implementare le norme di garanzia a tutela dell’incolumità delle
persone e dei beni nonché dell’ambiente marino, anche per le unità da
pesca;
ORDINA
ARTICOLO UNICO
Gli articoli 2 e 3 dell’Ordinanza 30/11 in premessa citata sono così sostituiti:
Art. 2
Le unità che rientrano in almeno in una delle seguenti tipologie hanno l’obbligo di contattare la
Sala Operativa Unificata dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Vieste almeno 500 metri prima
dell’ingresso nel Porto di Vieste:
– tutte le unità da diporto iscritte in pubblici registri;
– tutte le unità abilitate al trasporto di un numero uguale o maggiore a cinque persone compreso
l’equipaggio;
– tutte le unità con pescaggio compreso tra 1 mt. e 2,5 mt.;
– tutte le unità da pesca.
Art. 3
Le unità in uscita dal porto di Vieste che rientrano in almeno in una delle seguenti categorie
hanno l’obbligo di contattare la Sala Operativa Unificata dell’Ufficio Circondariale Marittimo di
Vieste subito dopo l’avvenuto disormeggio e comunque non oltre il superamento della direttrice
del Molo di San Lorenzo:
– tutte le unità da diporto iscritte in pubblici registri;
– tutte le unità abilitate al trasporto di un numero uguale o maggiore a cinque persone compreso
l’equipaggio.
– tutte le unità con pescaggio compreso tra 1 mt. e 2,5 mt.;
– tutte le unità da pesca.

F.to IL COMANDANTE
T.V. (CP) Fausto SCHIRONE
 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright