The news is by your side.

Voli: sempre più nubi sul cielo del Gino Lisa

9

Il piano B sembra pronto ad entrare in funzione, perchè vertici e incontri non hanno portato al risultato sperato. Questa mattina la Darwin, la compagnia svizzera che fino ad oggi assicurava i voli dal Gino Lisa, ha attivato le procedure di disimpegno, con una lettera alla Regione sui costi sostenuti dalla compagnia in quest’ultimo mese e senza contributi.  Il vertice a Bari con Minervini non ha portato a nulla, la Regione continua a ripetere da mesi che non ci sono i soldi. Lo ha ribadito anche il presidente della Regione Vendola sabato a Foggia. "Dobbiamo ringraziare la Regione per come sono andate le cose per il Gino Lisa di Foggia, per aver investito e per essere arrivati a questi risultati. Purtroppo non abbiamo la macchina dei soldi e risentiamo anche noi della congiuntura economica generale". E secondo alcune indiscrezioni sembra che il piano B a cui si sia pensato consista nell’attivare un servizio di bus dal Gino Lisa per il Bari Palese, ma solo a partire dal 1 gennaio. "La Cisl di Capitanata – dichiara il segretario generale della Cisl di Foggia, Emilio Di Conza – chiede un rapido intervento di tutte le Istituzioni, fino ad ora tiepide, se non rassegnate, e delle associazioni datoriali di Capitanata per costituire un grande cartello a difesa dell’aeroporto". La Cisl provinciale di Foggia si dichiara "pronta ad ogni forma di mobilitazione territoriale in difesa dell’Aeroporto ‘Gino Lisa’ e della sua funzionalità.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright