The news is by your side.

Vieste – Il “Nuovo Centro Destra” torna a chiedere le dimissioni del Sindaco

6

Cittadini,
alcuni giorni fa, con volantini distribuiti in piazza, abbiamo chiesto al Sindaco di rispondere a queste semplici domande:

1. Perché gli amministratori Rosiello, R. Zaffarano e Notarangelo non hanno mai comunicato al Sindaco di aver proposto i ricorsi e ottenuto le sentenze TARSU?

2. Perché i ricorsi non risultano notificati al Comune?

3. Chi sono gli amministratori, che pur non avendo pagato la TARSU da anni, hanno ugualmente chiesto il suo rimborso?

4. Perché gli amministratori hanno fatto la rinuncia ai ricorsi e alle sentenze TARSU solo dopo essere stati scoperti?

5. Perché il Sindaco continua a riporre fiducia in quegli amministratori che, contemporaneamente, hanno aumentato le tariffe TARSU per i cittadini, chiedendone la diminuzione e la restituzione per le proprie aziende?

6. Perché si continua a pagare la TARSU anche per servizi che non vengono effettuati, aumentandone le tariffe e costringendo i cittadini a pagare in questi giorni le differenze?

7. Perché il Sindaco non rende noto ai cittadini che saranno loro a dover pagare, prossimamente, anche il milione di euro dovuti agli imprenditori per i ricorsi e le sentenze TARSU?

A queste domande il Sindaco, insieme con quei pochi che ancora la sostengono, non ha voluto rispondere, limitandosi ad affiggere manifesti in cui addossa la responsabilità della grave situazione in cui versa il nostro Paese alle precedenti amministrazioni dell’ex Sindaco Spina e al Presidente della Regione Vendola.

Tanto è sinceramente troppo.
Ci domandiamo e chiediamo, a questo punto, dove erano i vari Nobile, Zaffarano, Rosiello, Notarangelo, Prudenza e Mascia, tutti assessori e consiglieri delle amministrazioni Spina?
Cosa non hanno fatto allora e cosa non continuano a fare oggi, dopo ben sei anni di amministrazione Nobile?

Patetico, poi, è il tentativo del Sindaco di scaricare le proprie responsabilità sulla catastrofica e deficitaria situazione in cui versa il Comune di Vieste al Governatore della Regione Puglia, chiaro sintomo di inettitudine politica prima ancora che amministrativa.
Oggi, il Comune di Vieste è in stato di dissesto finanziario causato da questa improvvisata amministrazione che non riesce, neppure, a garantire la pulizia del paese nonostante le esorbitanti somme per la TARSU che sta pretendendo dalla popolazione.
Dopo solo sei mesi dalle elezioni, è ormai chiaro un dato di fatto, il Sindaco e la Giunta non sono in grado di realizzare nessuna parte del programma annunciato prima delle elezioni, sia per la manifesta superficialità e incapacità evidenziate nell’affrontare tutte le questioni amministrative e politiche comunali e sia per il palese distacco della maggioranza dai problemi reali della gente, che si vede sbeffeggiata, offesa e maltrattata da questi amministratori che non rappresentano più niente e nessuno oltre a sé stessi.
È proprio il caso di dire: “Vieste da città a paese”.
SINDACO RISPONDI! oppure…DIMETTITI!

Il Nuovo Centro Destra
Giuseppe Caruso – Antonio Montecalvo


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright