The news is by your side.

‘Giovani Fermenti’/ Cercasi idee vincenti per il lavoro ai giovani

6

L’assessore alle Politiche giovanili, Rocco Ruo: «Riteniamo che i ragazzi che vivono in Capitanata debbano poter avere delle opportunità, soprattutto sul piano occupazionale, e non debbano essere costretti ad immaginare il loro futuro fuori dai confini della provincia di Foggia “.

 

 Creare un circuito virtuoso, che permetta di mettere a sistema inclinazioni e competenze, in un circuito finalizzato a collegare in modo diretto ed operativo domanda e offerta di lavoro, valorizzando in particolare le giovani generazioni. Sono le finalità del progetto ‘Giovani Fermenti’, presentato dalla Provincia di Foggia – in qualità di Ente capofila – e finanziato dal Ministero della Gioventù attraverso l’iniziativa ‘Azione ProvincEgiovani’, edizione 2010. Al progetto partecipano, in qualità di partner, la Camera di Commercio e l’Università di Foggia, le Acli provinciali, Informa scarl e, in qualità di associati, EnAIP Puglia, UPAC Confartigianato, Giovani delle Acli nazionali, Confcommercio PMI, Giovani industriali di Confindustria Foggia, Cia’t srl e l’Ufficio Scolastico provinciale.

«Si tratta di un’azione importante – ha affermato il presidente della Provincia, Antonio Pepe – in cui la Provincia di Foggia ha creduto fortemente. È doveroso ringraziare tutti i partners e gli associati, nonché l’assessorato provinciale alle Politiche giovanili e l’ex Ministro della Gioventù Giorgia Meloni, per essere riusciti a dar vita ad un progetto che guarda ai giovani e al loro futuro, poiché orientato e rivolto a facilitare e accompagnare il loro ingresso nel mondo del lavoro attraverso scelte attive e consapevoli». Al convegno di presentazione di ‘Giovani Fermenti’, sono intervenuti Giuseppina Nardò, project manager di ‘Giovani Fermenti’; Fabio Carbone, presidente provinciale delle Acli; Matteo Di Mauro, segretario generale della Camera di Commercio; Annamaria Ricci, referente di Informa Scarl; Lorenzo Lo Muzio dell’Università degli Studi di Foggia; Lucia Onorati dell’Ufficio scolasticoprovinciale; Milena Spinello, dirigente della Provincia di Foggia; Bruno Pitta, presidente della Consulta provinciale degli studenti.

«L’idea forte su cui dobbiamo lavorare – ha concluso il presidente della Provincia – è di supportare i giovani a diventare protagonisti responsabili del proprio avvenire, coinvolgendoli in un processo di compartecipazione capace di individuare azioni e strumenti utili alla costruzione di un futuro vero e concreto».
«Riteniamo che i ragazzi che vivono in Capitanata debbano poter avere delle opportunità, soprattutto sul piano occupazionale, e non debbano essere costretti ad immaginare il loro futuro fuori dai confini della provincia di Foggia – ha affermato spiegato l’assessore alle Politiche giovanili, Rocco Ruo – Il momento che stiamo vivendo non è dei più facili ma lavorando insieme sono certo che si potranno individuare strade diverse e ipotizzare nuove strategie. Il partenariato che sostiene questo progetto, Università, Camera di Commercio, Acli e Informa Scarl, oggi compie, insieme con gli associati, una vera e propria sperimentazione. Il nostro obiettivo è infatti quello di non rendere questo gruppo funzionale esclusivamente a questo progetto ma di riuscire a dar vita ad una rete stabile nel tempo che si occupi e si preoccupi dei giovani e del loro futuro. Troppo spesso i nostri ragazzi sentono le istituzioni lontane, non riconoscono il ruolo svolto sul territorio dagli attori socio-economici. Attraverso ‘Giovani Fermenti’ – ha concluso l’assessore Ruo – l’intero partenariato ritiene dunque di coinvolgere le nostre giovani energie, chiedendo loro non di essere semplici destinatari di azioni proposte dall’alto ma di diventare loro stessi gli animatori di un percorso che riguardi il mercato del lavoro e della formazione».


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright