The news is by your side.

Peschici/ TUTTO IL FESTIVAL MINUTO x MINUTO

6

 Dieci… 9… 8… 7… 6… 5… 4… 3… 2… 1… 0…! E l’albero lanciò al cielo il suo augurio, tempestò di scintille il firmamento, proiettò verso le stelle la gioia di vivere (anche in tempi melanconici) di tanti bimbi e adulti richiamati dalla cerimonia di apertura del Secondo Festival del Natale Garganico svolta domenica 4 a Peschici. Tanti commenti (buoni e cattivi), tante critiche (costruttive e negative), tanti mugugni (giustificati e gratuiti)… ma tutto serve per migliorare il prodotto e smussarne gli angoli più aguzzi nelle prossime edizioni. Comunque, esaminata nel suo complesso, la cerimonia si è svolta come da programma, con la presenza di chi doveva esserci, le parole e i discorsi di quanti dovevano intervenire e sono intervenuti, e l’allegria composta richiesta dalla circostanza. Risultato: Peschici vive, anche a dicembre, anche in periodo invernale, anche ferita dalle traversie economico-finanziarie del momento, nella semplicità e nella dignitosa mai apparente e secolare, per non dire atavica, dimestichezza con giorni critici e tempi duri.

La cronaca racconta di un misurato quanto pragmatico discorso del primo cittadino, che ha rivolto il suo saluto all’organizzazione e l’augurio di una felice e non improba scalata a traguardi più ridondanti, ma non ampollosi, tali da vivificare e vivacizzare i cosiddetti “periodi morti” della bella cittadina garganica. Parole seguite dai dovuti ringraziamenti a istituzioni, associazioni, privati, collaboratori e coordinatori che hanno rinvigorito il palinsesto del Festival 2011 e dalla riconosciuta verve dell’anchorman, Francesco D’Arenzo, che ha coordinato le azioni del pubblico, affluito su Corso Garibaldi, chiamandolo a una partecipazione corale.

Momento-clou, l’accensione guidata dell’Albero allestito con originalità secondo un’idea del Comitato “Peschici Eventi”, affiliato all’Associazione “Punto di Stella”, e delle “scintille” distribuite in gran numero ai bambini presenti coincisa con l’arrivo di Babbo Natale – impersonato dal presidente del Comitato – che ha distribuito dolciumi e caramelle a grandi e piccini, lasciandosi fotografare per la gioia dei più piccoli… e di qualche adulto, al suono di nenie e canzoni natalizie lanciate nell’etere dalle strumentazioni di Luciano Vecera, gradita e squisita presenza.

Il tutto mentre proseguiva la sua attività, iniziata il mattino alle 10.30, il primo Mercatino di Natale che ha continuato anche nel pomeriggio a raccogliere il contributo volontario degli acquirenti in cambio di eccentrici oggetti e curiose suppellettili. Intanto che la cerimonia si avviava al termine con la citazione degli ulteriori eventi in programma dal 4 dicembre al 6 gennaio, la gerla di Babbo Natale sostituiva le leccornie con le Stelline portate dai bambini, Stelline che parteciperanno alla serata finale del Festival con la grande distribuzione di “pensierini” a ciascuno di loro.

Si ricorda che la lunga kermesse del Natale Garganico, non ammettendo soste, continuerà giovedì 8 con l’inaugurazione ufficiale della Mostra dei Presepi nella Galleria “don Achille” di Via Castello (Centro Storico, Palazzo della Torre) visitabile tutti i giorni dalle 17 alle 20 con la contestuale votazione da parte del pubblico delle piccole e grandi “opere d’arte”.

Subito dopo la cerimonia di apertura si svilupperà il Convegno sul tema “Le Tradizioni Natalizie”, relatori Teresa M. Rauzino, Michele Tortorella e l’apprezzata partecipazione dell’artista franco-vietnamita Day Gilles Trinh Dinh il quale ci offrirà quest’anno la possibilità di fare un salto a Parigi per conoscere usanze e costumi d’Oltralpe. Di volta in volta vi daremo conto in questa rubrica (“Tutto il Festival Minuto x Minuto”, numerandola) degli appuntamenti esauriti e di quelli da attuare.

Buon divertimento!

Piero Giannini


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright