The news is by your side.

ANGELO COLELLA: TUTTI UNITI PER L’ATLETICO VIESTE

4

Dopo il tonfo di Bisceglie non ci sono più parole e quindi meglio rassegnarsi e sperare che quanto detto sinora venga presto smentito da un “miracolo”.

Angelo Colella è il primo ad essere fiducioso e ci dice: “in questo momento a noi poco favorevole è del tutto inutile criticare, noi stiamo bene e lavoriamo seriamente durante gli allenamenti, siamo sfortunati perché non sfruttiamo le occasioni, a Bisceglie ci siamo battuti con grande caparbietà, abbiamo tenuto testa al più quotato avversario, due occasioni favorevoli non le abbiamo sfruttate e poi il portiere Pasquale Bua è stato espulso ingiustamente, il tocco di mano è avvenuto sulla linea”…..”mister Lo Polito è un buon tecnico, noi siamo certi che raccoglieremo i frutti del suo lavoro, non può andarci sempre male, esorto quindi i tifosi a starci vicino e sostenerci con tutto il calore possibile”.
Parole che le giriamo ai tifosi ma che sono condivisibili solo perché questo è il momento più difficile del campionato ed il Vieste non può affrontare il doppio turno casalingo con le critiche e con la moina dei tifosi che sono davvero stanchi di attendere questa svolta.
Questo Atletico Vieste è l’esempio vivente di una contraddizione tattica sempre più evidente, i giocatori sul piano individuale sono forse più forti di quelli della passata stagione, una rosa inanzitutto più ampia, ma in campo loro malgrado sono penalizzati dallo schema di gioco che pochi di essi sanno interpretare.
L’ultima vittoria dell’Atletico Vieste in casa risale al già lontano 30 ottobre quando ha battuto per 3 – 1 il San Paolo Bari, poi quel successo di Racale aveva convinto un po’ tutti ma soprattutto aveva rinforzato il credo di mister Pino Lo Polito…quasi a chiedergli scusa per i dubbi sul suo modulo di gioco.
Da allora un po’ tutti ci siamo illusi, l’Atletico Vieste non ha più vinto ma nemmeno convinto, 2 sconfitte e 2 pareggi con soli 2 goals segnati e 11 subiti, il 6 – 0 di Bisceglie con tutte le attenuanti del caso è bugiardo, il Vieste è stato penalizzato dall’arbitro che ha mandato Bua negli spogliatoi reo di aver toccato il pallone sulla linea d’area, ma la struttura di gioco non ha convinto.
Ora è giusto attendere l’esito di questo doppio confronto casalingo col Noicattaro e col Francavilla, bisogna fare bottino pieno e rimettersi nella giusta corsia, quella centrale per intenderci, per ora solo 3 punti ci dividono dal Terlizzi che occupa la terz’ultima posizione.
Basta criticare…..in questo momento potrebbe far solo danni, e quindi analizziamo il prossimo avversario che incontrerà il Vieste, parliamo della libertas Noicattaro squadra che ha avuto un inizio sconcertante, 4 sconfitte consecutive nelle prime 4 partite, 0 reti segnate e 18 subite.
Sembrava la squadra materasso ed invece la svolta a Racale, era il 2 ottobre ed il Noicattaro vinse per 2 – 1 salendo agli onori della cronaca, iniziò da quel giorno il vero campionato per la squadra barese che oggi vanta 19 punti in classifica e la zona play-off!
La Libertas Noicattaro è quanto di peggio può capitare al Vieste in questo momento, in trasferta ha già vinto a Racale, Terlizzi e Maglie, pareggiato a Copertino, unica sconfitta a Bisceglie, tutto condito da 8 reti segnate e 4 subite, aggiungere altro sarebbe abbastanza superfluo….è un avversario tosto!
L’Atletico Vieste in casa ha rimediato due sconfitte con il Corato e col Maglie non riesce più a vincere e 2 pareggi col Copertino e col Tricase hanno fatto scendere le quotazioni al minimo storico.
Comunque al di là di ogni altra considerazione invitiamo tutti i tifosi a sostenere la squadra, l’Eccellenza è un traguardo troppo importante per la città e quindi i giudizi meglio darli alla fine del campionato….ora meglio concentrarsi e vivere alla giornata…Vieste svegliati!
                                             

Michele Mascia


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright