The news is by your side.

Rodi/ L’UDC appoggerà Pinto alle prossime amministrative

7

Non confermata l’alleanza con l’amministrazione uscente. L’annuncio dell’onorevole Cera nel corso del direttivo.

 

L’Unione di Centro ha definito l’organigramma del circolo di Rodi Garganico. Neo segretario dell’Udc è stato nomi- nato Carlo Vallese, che già rivestiva l’incarico di commissario sezionale. Alla presidenza del partito eletto Salvatore Calì; responsabile organizzativo sarà Pasquale Vigilante; il direttivo è completato da Vittorio Russo, Vincenzo Di Lella, Vincenzo Carruso e Vincenzo D’Errico; responsabile per le pari opportunità è Michela Vallese. A presiedere la riunione del direttivo è stato il segretario provinciale dell’Udc, Angelo Cera; all’incontro ha preso parte anche il candidato sindaco di Vico del Gargano, Pierino Amicarelli. Programmato anche un convegno sul
tema «Udc, programma per Rodi Garganico», che si terrà il prossimo 28 gennaio presso
un hotel cittadino. Sarà quella – ha detto l’on. Cera – l’occasione per parlare di alleanze che si andranno a determinare in vista delle elezioni amministrative di primavera. Tra gli otto Comuni del
Gargano interessati all’elezione del primo cittadino e rinnovo del massimo organo rappresentativo cittadino c’è, infatti, anche Rodi Garganico. Cera nel suo intervento ha anche anticipato quale sarà la posizione del partito per quanto riguarda le possibili alleanze. «Certamente – ha detto – non rinnoveremo l’appoggio che l’Udc diede alla compagine dell’amministrazione uscente cinque anni fa; da sottolineare che il nostro contributo di voti fu significativo». A questo punto è chiaro che si andrà all’alleanza con il candidato sindaco Nicola Pinto, un’intesa che sarebbe stata già definita anche per quanto riguarda il numero degli esponenti dell’Unione di centro che saranno inseriti nella lista di Pìnto. Nelle precedenti amministrative del maggio 2007 dei 3.378 elettori iscritti nelle liste
elettorali, depositarono la scheda nell’urna 2.606 elettori ‘ovvero il 77,15%; i voti validi furono 2.527, quelli non validi 58; 21 le schede bianche. La lista del sindaco uscente Carmine D’Anelli si confermò con 1598, cioè, il 63,24 %, e 11 seggi; l’altro candidato, Nicola Pinto, ricevette 929 voti pari al 36% che comportarono l’assegnazione di cinque seggi. Un confronto elettorale che non potrà tornare in onda alle prossime elezioni ‘amministrative di primavera, in quanto Carmine D’Anelli non
è ricandidabile essendo il suo il secondo, consecutivo mandato sindacale. Comunque, D’Anelli sarà della partita, in quanto è scontata la sua presenza nella lista, questa volta come semplice consigliere.
Ancora non definita la candidatura a primo cittadino; il nome che circola è quello di Giuseppe Ventrella, al momento assessore all’educazione, promozione immagine legata alla tradizione popolare, nuovi diritti di cittadinanza degli immigrati.

Francesco Mastropaolo


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright