The news is by your side.

Caos in Capitanata per il blocco dei tir

7

Terzo giorno di sciopero degli autotrasportatori. Code ai distributori, disagi nei centri commerciali.

 

 Ancora blocchi dei tir a tutti i caselli autostradali della provincia di Foggia. È il terzo giorno di sciopero e ieri è stata la seconda notte che gli autotrasportatori hanno passato per strada, nei parcheggi dei vari autogrill delle autostrade e delle strade statali, come la 16, tra Foggia e San Severo, dove si sono concentrati la maggior parte di autotrasportatori. Uno sciopero che sta causando i primi disagi alla popolazione.

 Numerose questa mattina le code di autodavanti ai distributori per fare rifornimento. In alcune casi il carburante è già esaurito. Qualche disagio anche in alcuni esercizi commerciali, soprattutto della periferia, dove iniziano a scarseggiare soprattutto frutta e verdura.

 E sui blocchi stradali è intervenuto il presidente di Confagricoltura Foggia, Onofrio Giuliano, che sollecita un intervento diretto delle autorità competenti e del prefetto di Foggia. «Stamane a numerosissime aziende agricole – ha sottolineato Giuliano – è stato impedito di consegnare il latte fresco per la ben nota protesta contro il caro-gasolio. Protesta che noi condividiamo, non a caso Confagricoltura ha già denunciato questa situazione di rincari che rischia di ripercuotersi sul prezzo finale dei prodotti agricoli. Ma ora non vorremmo che al danno si aggiunga la beffa e che a rimetterci le penne da questo stallo siano anche gli agricoltori». Confagricoltura Foggia ha inviato un telegramma al prefetto Giovanni Francesco Monteleone, così come la federazione regionale di Confagricoltura ha chiesto l’intervento dell’assessore regionale alle Politiche agricole, Dario Stefano.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright