The news is by your side.

PD Vieste/ Dopo l’incontro con l’assessore Godelli le considerazioni

10

Venerdì scorso l’Assessore al Turismo della Regione Puglia, Silvia Godelli, ha incontrato a Foggia gli operatori turistici della Provincia, accompagnata dal Direttore Generale di Pugliapromozione Giancarlo Piccirillo, dal Consulente Turistico Federico Ceschin e dal Direttore di Apulia Film Commission Silvio Maselli. Si è parlato di strategie di marketing, di sistemi turistici locali, di sinergia e collaborazione tra pubblico e privato.

 Partendo da tre punti fermi:

1- Le azioni promozionali saranno studiate in collaborazione con gli imprenditori turistici locali, a patto che essi si aggreghino. Da soli, non si va da nessuna parte.

2- Sui mercati, soprattutto quelli esteri, si andrà come sistema regionale. Discutibile o meno, questa è la scelta. Ciò non toglie la possibilità di ogni brand locale di affiancarsi e integrarsi in queste iniziative.

3- Le risorse economiche per promozione, internazionalizzazione e formazione ci sono, ma questi soldi non vanno spesi; vanno “destinati“. I finanziamenti verranno erogati solo ai distretti turistici organizzati, previa presentazione di un progetto che chiarisca come questi fondi vogliono essere utilizzati.

Nessun dubbio, quindi, sulle intenzioni dell’Assessorato e di Pugliapromozione. E nessun dubbio sul ruolo degli imprenditori turistici e delle loro aggregazioni.

L’interazione diretta tra Regione e operatori non deve, tuttavia, distogliere l’attenzione sul compito e sulle responsabilità delle amministrazioni comunali, rese ancora più chiare dall’intervento di Silvio Maselli (Apulia Film Commission): per attrarre le produzioni cinematografiche (ma anche i turisti di ogni altro genere, è facile intuirlo!) occorre colpire l’immaginario attraverso iniziative, beni e attività culturali. Diffondere lo stile di vita, la storia di una località, rendendola accattivante. E naturalmente, è necessario che la città sia dotata dei servizi minimi essenziali per renderla fruibile in qualsiasi periodo dell’anno. Questo spetta all’Ente locale. Ma non solo. Dal Comune potrebbero partire anche le spinte e gli stimoli per favorire l’aggregazione tra gli operatori turistici, i quali, ovviamente, devono dimostrarsi disponibili e flessibili, pronti e motivati ai cambiamenti, consapevoli che non si può sempre stare ad aspettare che le soluzioni piovano dall’alto.

Questa intesa tra pubblico e privato, che parte dalla condivisione degli obiettivi, è stata riassunta dal Direttore Piccirillo in una parola, “Governance”, nel suo significato di ordine, sistema di regole, forza di un’offerta integrata.

Il confronto è stato molto interessante ed educativo. Alta la partecipazione degli operatori del settore di tutta la provincia. La nostra Città ha contribuito al dibattito con l’intervento di due imprenditori turistici. Peccato che non ci fosse nessun rappresentante dell’amministrazione comunale di Vieste ad ascoltarli.

Federica Castagnetti
Segretaria Partito Democratico
Circolo di Vieste

———————————

Il S. Valentino sul porto turistico al ristorante Il Capriccio
– gran menu, cena a lume di candela in compagnia del duo musicale i MIDIAM.
 0884/707899


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright