The news is by your side.

Vieste – STAGE SULLE DOLOMITI DEGLI STUDENTI DEI CORSI SERALI DELL’IPSSAR

23

 

Alleghe, città dolomitica a pochi chilometri da Cortina, in provincia di Belluno. Neve e turismo sciistico. Ad Alleghe,  l’Ipssar  di Vieste ci sarebbe voluto tornare anche quest’anno,  per la quarta volta. Dovrà invece operare in una città vicina, Zoldo Alta.

Una quindicina di studenti, tutti adulti maggiorenni, con esperienze di cucina e sala, allestiranno tre cene per solleticare il palato degli albergatori di Zoldo Alta e dei loro ospiti e aprire la strada, si spera, alle vacanze di quella gente sul Gargano. Gli studenti saranno guidati dai professori Domenico Gallo, docente di ristorazione e daAdriano Consoletti, docente di sala.
Si tratta di una manifestazione gastronomica che, negli anni scorsi, è stata proposta come stage agli studenti dei corsi serali. Negli stage si fa sul serio: gli studenti  affinano  il loro mestiere lavorando  per i clienti delle aziende ospitanti. Sono già una decina gli alberghi che nelle passate edizioni hanno accolto i gruppi di lavoro  dell’Ipssar. Altri lo faranno nei prossimi giorni.

La comitiva è partita lo scorso il 10 febbraio e farà ritorno dopo sette giorni. E’ prevista anche una visita alla BIT, la Borsa Internazionale del Turismo a Milano.
Promotore del «gemellaggio» tra  l’Ipssar di Vieste e le città dolomitiche di Alleghe e Zoldo, il dirigente scolastico dell’istituto viestano. Decisiva si è rivelata l’iniziativa di Donato Di Milo, docente di diritto presso lo stesso istituto, con esperienze di amministratore al Comune di Peschici.
Sua è stata l’idea e sua è l’amicizia con il presidente del Consorzio impianti a fune  del monte Civetta, Italo Mazzoleni che si adopera in modo lodevole in quel comprensorio  per renderla attuabile.
Come si diceva, per gli studenti dei corsi serali, questa manifestazione gastronomica è soprattutto un’opportunità per crescere professionalmente. Con i loro insegnanti hanno concertato, i menù delle cene, il servizio di sala,  la presentazione dei prodotti tipici locali  con le aziende che li hanno forniti. E i preparativi vengono eseguiti con la massima cura dei dettagli affinché la performance dei prossimi giorni riesca nel modo migliore.

 

Che questa esperienza sia gratificante lo prova il fatto di essere ormai alla quarta edizione. Per alcuni studenti essa ha un sapore particolare. E’ il caso di Pasquale Guerra e di Michele Trimigno, studenti della prima ora della scuola serale. Entrambi  frequentano ancora oggi l’Ipssar nonostante abbiano già conseguito un diploma quinquennale e siano a tutti gli effetti dei tecnici del settore della ristorazione. Sono degli adulti ai quali la scuola sta regalando soddisfazioni ma dai quali la scuola stessa, a sua volta, sta ricevendo un valido contributo di passione ed esperienza professionale. In questo «gemellaggio» Pasquale e Michele sono sempre più coinvolti anche come organizzatori, infatti insieme ai loro docenti stabiliscono il piano delle attività e ne curano l’attuazione.
Ma anche per altri studenti del serale l’esperienza dolomitica  non è passata invano. Alcuni tra gli studenti più giovani, terminati gli studi, hanno trovato lavoro, durante la stagione invernale, proprio lì, in quella zona delle Dolomiti.
E’ certamente un’esperienza positiva. Comunque i partecipanti torneranno a casa portando con sé il bel ricordo di giorni trascorsi alternando momenti di operosità a momenti di piacevole relax.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright