The news is by your side.

Fazzini Vieste/ Mafia, cultura e conoscenza come presa di coscienza di tutti

8

Presso l’auditorium dell’Istituto "Fazzini-Giuliani" di Vieste si è svolta la manifestazione "Liberi oggi, liberi domani", organizzata dalla’ associazione locale "Insieme per crescere" e dall’associazione Antiracket viestana, per informare e sensibilizzare sul problema della criminalità, presente sul territorio italiano e garganico.

Un’occasione per i giovani per riflettere su una tematica che interessa anche il territorio del Gargano: la mafia. A presenziare il convegno il dirigente scolastico ospitante, il prof. Antonio Solitro, il sindaco di Vieste, la dott.ssa Ersilia Nobile, l’arcivescovo mons. Michele Castoro, il presidente onorario della federazione antiracket italiana,Tano Grasso e il procuratore del tribunale di Lucera, Domenico Seccia, che, nell’occasione, ha presentato il suo libro "La mafia innominabile". Erano presenti personalità militari, politiche e imprenditoriali della provincia di Foggia, oltre a studenti e tanti liberi cittadini. Il dirigente scolastico e il sindaco hanno introdotto l’argomento, sottolineando l’importanza dell’educazione alla legalità come mezzo più efficace contro ogni Mafia. Sono intervenuti, poi, il presidente Tano Grasso e il procuratore Seccia, che hanno al meglio illustrato la genesi, cause, conseguenze e modi per debellare la piaga criminale che affligge il nostro territorio, affermando che solo attraverso una presa di coscienza collettiva che annienti ogni sorta di omertà o concussione, e una migliore comprensione del fenomeno, la Mafia può essere estirpata definitivamente." La Mafia garganica -ha spiegato il procuratore Seccia- è un sentimento malato che va estirpato, che va combattuto, che va profanato, soprattutto con la forza dell’impegno e della passione. La mafia è e resta un fenomeno umano e come tutti i fenomeni umani ha un principio, una sua evoluzione e avrà quindi anche una fine".

Matteo Simone


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright