The news is by your side.

Bit 2012 – VENDOLA: «IL GARGANO HA SOLO UN PROBLEMA, QUELLI CHE LO RACCONTANO LAMENTANDOSI»

20

 

«Il Gargano fa milioni di presenze di turisti. Vogliamo dare una risposta al Gargano anche in termini di infrastrutture e servizi?». La domanda l’abbiamo posta al presidente della Regione Puglia Nichi Vendola alla Bit, la Borsa internazionale del turismo svoltasi a Milano dal 16 al 19 febbraio scorsi, al termine della conferenza stampa tenuta assieme agli assessori della sua squadra di governo, Silvia Godelli, al Turismo, Dario Stefàno, alle Risorse Agroalimentari, e come testimonial, il vignettista Giorgio Forattini ed il cantautore Roberto Vecchioni.

Anche se un po’ provocatoria, la domanda ci è parsa opportuna dopo che altri colleghi della stampa regionale avevano interpellato Vendola su problemi di località che "pesano" ben poco sui numeri del turismo pugliese.  Proprio dai dati presentati in quella sede, era stato possibile desumere che Vieste, con oltre 1 milione e 900 mila presenze è stata nel 2011 la località al primo posto nella classifica regionale (la seconda aveva poco più di 800 mila presenze), in cui peraltro fra le quindici località indicate, quelle del Gargano la facevano da padrona. E Vendola è stato al gioco.
«Il Gargano ha solo un problema quelli che lo raccontano lamentandosi. Per il resto il Gargano va benissimo».  «Lei pensa che milioni di presenze nascono così? Cadono dal cielo?», ha ribattuto Vendola, cogliendo lo spunto polemico e rilanciando. Qualche anno fa, sempre alla Bit di Milano, il leader di Sel etichettò la popolazione garganica come «mafiosi in doppiopetto».
«Il fatto che sia una delle mete che ha avuto i risultati più prodigiosi anche quest’anno è perché ci siamo posti il problema di come raggiunge il promontorio evitando che il Gargano venga bombardato da un modello di turismo di massa che fa male. Oggi il Gargano — ha continuato Vendola nell’intervista — ha bisogno di sviluppare intelligentemente il turismo religioso. Non è possibile che i milioni di turisti che toccano secondo la logica del mordi e fuggi San Giovanni Rotondo non sappiano che esiste Monte Sant’Angelo, uno dei luoghi più mistici della Cristianità. Il turismo è turismo religioso, del mare, congressuale, naturalistico. Bisogna conoscere il Gargano la sua ricchezza, il Subappenino, la pianura. Credo che questo lo stiamo già facendo».
La giunta Vendola ha intrapreso diverse iniziative per la promozione e la visibilità internazionale presentando un turismo fatto di tante varianti e brand collegati tra loro, volti ad intercettare il maggior numero di possibili viaggiatori.
«Poi ognuno pensa che si può fare di più. Però santiddio questo è l’anno in cui la Puglia ha fatto il botto. E festeggiamo una volta tanto. — è stato l’invito del presidente Vendola — Perchè per un posto come il Gargano  credo che le prospettive non possono essere che magnifiche, basta organizzarsi sempre meglio».


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright