The news is by your side.

LA VIESTANA SUOR BENEDETTA HA COMPIUTO CENT’ANNI

18

 

Dopo ottant’anni di vita monastica di clausura

Ancora una volta Vieste registra una centenaria. Ma questa volta l’evento è ancora più particolare perché la donna in questione vive fuori Vieste da ben ottant’anni ed è… una suora di clausura. Si tratta di madre Benedetta, al secolo Francesca Sollitto, nata nella nostra città il 5 febbraio 1912, figlia di Carlo Sollitto e De Nittis Antonia che, oltre a lei, si prodigarono per crescere ed educare altri sei figli.

La centenaria ha vissuto a Vieste, con casa in quella che allora si chiamava via Riviera Marina, l’attuale Lungomare Colombo, fino all’età di vent’anni. Poi, per suggellare la sua vocazione religiosa, si trasferì nel napoletano, nel convento di San Bartolomeo a Castellamare di Stabia per entrare nell’ordine delle "Adoratrici Perpetue del SS.Sacramento". Lì, in vita monastica di clausura, è vissuta per ottant’anni senza mai più far ritorno a Vieste.
Lo scorso 5 febbraio, in occasione del compleanno centenario, nella chiesa attigua al convento, alla presenza del vescovo, mons. Felice Cece, e delle autorità cittadine si è svolta una cerimonia religiosa. Da Vieste per festeggiare la suora centenaria sono giunti i parenti: il nipote Carlo Sollitto, figlio del fratello Antonio, con la moglie Maria Stella che, giovani sposi, già nel 1977 durante il viaggio di nozze, le fecero visita; Giacoma Sollitto con il marito Mario Di Mauro; Rosa Sollitto con Salvatore; il nipote Vincenzo Di Mauro con la figlia Vittoria.
A madre Benedetta l’augurio di tutti i viestani, sia per i cent’anni compiuti ma anche per la sua lunga e proficua vita religiosa lunga ben ottant’anni.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright