The news is by your side.

Turismo in crescita in Puglia

12

L’impatto del turismo pugliese nel Pil regionale del 2012 è stato del 7,7%, dell’8,1% sul prodotto interno lordo 2011, fino ad una previsione del 9,7% nel 2015. Questo significa che nel tacco dello stivale l’azienda turistica eguaglia quasi quello ben più solido dell’edilizia. Sono i dati dell’Istituto Pugliese di Ricerche Economiche e Sociali. Turismo pugliese in netta crescita, dunque, grazie soprattutto a due realtà consolidate: la cattedrale di Bari e il santuario di Padre Pio a San Giovanni Rotondo, sempre più meta turistica per gli stranieri, che dal 2005 ad oggi hanno fatto registrare un incremento del 17%. Il Gargano, secondo l’osservatorio, ha attratto turisti anche dall’India, sulla scia del successo di Housefull, la produzione cinematografica indiana campione d’incassi nel 2011 e girata tra Mattinata e Vieste. Se Foggia avesse un aeroporto funzionante, questa crescita sarebbe esponenziale. In Capitanata sono cresciuti gli arrivi nei comuni di Vico del Gargano e la stessa Mattinata. Viene confermata, tuttavia, la fidelizzazione verso le aree già note, come Vieste e Peschici. Nonostante i numeri degli arrivi, la Puglia è la 15° regione per posti letto: non è necessario costruire nuovi alberghi, ma sfruttare gli esistenti e ristrutturare palazzi, castelli, masserie, immobili di pregio, di cui è ricca la regione, anche perché nella nostra terra la tendenza al turismo mordi e fuggi sta subendo una progressiva inversione: i turisti infatti si fermano in media 4 notti e mezzo a persona.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright