The news is by your side.

Fazzini Peschici/ Era ora! Iniziati i lavori per la sede delle Superiori

7

Dopo anni di attese e rinvii pretestuosi, prende forma il sogno di tanti studenti peschiciani.

 

 Senza troppe cerimonie, il giorno 10 novembre 2011, la ditta Mongelluzzi Horeca spa ha
iniziato i lavori del tanto atteso edificio per le scuole superiori di Peschici. Solo il 22 sempre del novembre scorso, poiché precedentemente il presidente della Provincia Antonio Pepe, si è avuta la posa simbolica della. "Prima Pietra" ma tante cose sono accadute prima di ciò. Innanzitutto il 21 ottobre scorso, sia gli alunni del Liceo Scientifico, sia quelli dell’ITT, si sono riuniti in assemblea per discutere della problematica situazione che era stata dipinta da alcuni. Si parlava di lavori
che rischiavano di essere rimandati un’ulteriore volta o che addirittura non essere eseguiti affatto solo per un parere che il Parco Nazionale del Gargano non aveva espresso a suo tempo in una precedente conferenza di servizio lasciata aperta. La situazione era critica: bisognava in un modo o in un altro di far sentire la volontà del popolo peschiciano di continuare a mantenere le scuole
superiori. I ragazzi, consci dello stato delle cose, hanno discusso su le possibili risoluzioni: per alcuni lo sciopero, per altri la manifestazione, per altri ancora l’occupazione. E alla fine sembrava che quest’ultima visione prevalesse fìn quando alcuni più cauti non hanno invitato l’assemblea a
ponderare meglio le cose, ad aspettare qualche altro giorno, a sentire il parere dei genitori. Questi sono stati convocati per lunedì 24 ottobre 2011. Anche questa volta la partecipazione era tanta. A sorpresa è intervenuto anche il commissario dell’Ente Parco, l’avvocato Stefano Pecorella, allarmato non volendo provocare una reazione della cittadinanza peschiciana. Ci ha tutti rassicurati dicendo che, visto che l’area destinata alla costruzione dell’Istituto era già stata lottizzata precedentemente ai
tempi dei lavori per la zona della 167, che era stata percorsa da incendio ed era impossibile riportarla a bosco o a pascolo, sicuramente non vi sarebbe stato nessun problema per dare un parere favorevole. I ragazzi hanno ascoltato attentamente e, anche se fiduciosi nelle parole del commissario, hanno voluto mobilitarsi per far sentire la loro voce e così, di loro spontanea volontà, non sono entrati a scuola in massa ed il 3 novembre hanno sfilato per le vie del paese per sensibilizzare il resto della popolazione a quello che non è solo un bene per gli studenti attuali ma anche per quelli che verranno. Il 4 novembre poi, a Palazzo Dogana, la Conferenza di Servizio
è stata chiuso con tutti i pareri favorevoli. Ed infine la festa del 22 novembre alla presenza di tutti gli alunni, degli amministratori locali e provinciali, dei rappresentanti degli uffici tecnici e dei parroci, si è potuto ricordare questo momento nominale della Prima Pietra con cui si conclude sì un lungo stato di irrequietezza che durava da moltissimi anni ma che di certo non fa calare la guardia a
nessuno. Qualcuno, riprendendo Dante, ha citato l’ultimo verso dell’Inferno "ed uscimmo a riveder le stelle", definendo la situazione attuale come un purgatorio momentaneo. Ce lo auguriamo. I lavori, che prevedono la costruzione di una struttura moderna dotata di almeno dieci aule, un’aula magna e diversi laboratori, nel frattempo continuano celermente e dovrebbero terminare da qui ad un anno, pena sanzioni per la ditta appaltatrice.

Michele De Nittis, V A liceo

 

Comunicazione pubblicitaria

“L’8 marzo non cercare di essere una grande donna, già il fatto di essere donna, ti rende grande! “
Accetta l’invito del ristorante “Il Capriccio”.

Una festa della donna"special price for special ladies"un ricco buffet con musica dal vivo tutto per la donna ad un prezzo speciale.
Auguri a tutte le donne!

Ristorante Il Capriccio
Località Porto Turistico – Vieste
Tel. 0884 707899
www.ilcapricciodivieste.it


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright