The news is by your side.

Prestiti bloccati, pressing della Regione sull’Abi

8

La Regione Puglia ha chiesto alle banche pugliesi rappresentate dall’ ABI (Associazione bancaria italiana) di mettere a disposizione delle imprese finanziamenti per far fronte alle spese cosiddette «circolanti», cioè al pagamento degli stipendi e degli acquisti per le scorte finalizzati a nuovi contratti di fornitura e ordini di acquisto.  La vicepresidente e assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone, con il Capo di Gabinetto Davide Pellegrino, il direttore di Puglia Sviluppo Antonio De Vito e con 1’Autorità di Gestione rappresentata dal dirigente Pasquale Orlando, ha incontrato nei giorni scorsi il presidente della Commissione regionale ABI Puglia Alessandro D’Oria e il segretario Vincenzo Panzarino. «La Regione – ha ricordato – ha messo in campo un sostegno rilevante agli investimenti per le piccole e microimprese, come il fondo di garanzia da 50 milioni di euro. Inoltre il Regolamento "de minimis" del 2012 può sostenere il capitale circolante fino a 400mila euro. Oggi noi ci impegniamo ad aumentare queste risorse e a predisporre anche ulteriori strumenti per le spese correnti, ma esortiamo le banche a fare la loro parte perché se non concederanno prestiti, le nostre garanzie non serviranno». L’Abi si è impegnata ad una verifica di disponibilità con le banche che operano nel territorio per arrivare alla sottoscrizione di un accordo con la Regione.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright