The news is by your side.

Cresce l’export regionale, Cdo: buona performance delle aziende daune

17

Il rapporto Istat sulle esportazioni conferma la vivacità del nostro tessuto produttivo.

 

 L’indagine Istat pubblicata il 14 marzo sulle esportazioni delle aziende italiane – scrive in una nota il diretto della Compagnia delle Opere di Foggia Massimo Mezzina – dimostra pienamente la vivacità sui mercati europei ed internazionali delle imprese pugliesi e della nostra Capitanata.
Il dato che è stato messo più in risalto da molti analisti economici e da molti osservatori anche sulla stampa nazionale e locale è senza dubbio quello riguardante la variazione percentuale delle esportazioni regionali, dove la Puglia ha il trend percentuale positivo più consistente con un +17,9%, attestandosi anche all’ottavo posto come regione ospitante le aziende che più contribuiscono ad accrescere il valore delle esportazioni nazionali.
Nella performance delle aziende pugliesi quelle della Capitanata giocano un ruolo fondamentale. Scorrendo i dati della ricerca Istat si può vedere, quello che la Compagnia delle Opere riscontra quotidianamente nel tessuto produttivo della nostra provincia. Una voglia di non fermarsi, di crescere, di migliorare la propria competititvità imparando a guardare lontano. In questo contesto troviamo le aziende di Capitanata tra quelle di prima fascia per la variazione percentuale delle esportazioni provinciali, con una percentuale superiore al 16%. Il tessuto produttivo di Capitanata è anche tra i primi nell’Italia Centro-Meridionale per contributo alla variazione delle esportazioni nazionali.
Questi dati fanno comprendere, che nonostante le imprese chiedano alle istituzioni maggiori risposte e maggiore sostegno sul tema dei rapporti con i mercati esteri, le aziende sono in grado di portare la loro qualità, i loro brand, le loro capacità al di là dei confini nazionali. I numeri sono numeri e parlano chiaro. Secondo il dato complessivo del 2011, venuto fuori dall’indagine Istat, la variazione percentuale positiva più significativa per quanto concerne le esportazioni verso l’area dell’Unione Europea è rappresentata proprio dalle imprese pugliesi. Una performance senza dubbio positiva, ma diversa nel confronto con le altre regioni italiane quando ad essere analizzato è l’export verso l’area extra-UE.
Su questo aspetto è evidente che c’è la necessità di fare un ulteriore scatto in avanti rispetto all’ottimo cammino testimoniato dai dati Istat. Le istituzioni hanno il dovere sacrosanto di supportare le nostre imprese nel confronto con il mercato estero.
Ecco perchè come Compagnia delle Opere, anche sulla scorta di ciò che chiede il mercato alle nostre imprese, abbiamo deciso di portare già dall’anno precedente la nostra manifestazione per le imprese Matching al di là dei confini nazionali. L’anno scorso è stato il turno della Russia, quest’anno l’evento si svolgerà a Shanghai in Cina con la presenza di alcune imprese foggiane. La scelta di questi due paesi non è stata casuale. Russia e Cina rientrano nei paesi BRICS, le realtà che registrano una maggior crescita dei principali indicatori economici e che sono la nuova frontiera per chi vuole andare oltre i propri confini. Un processo di accompagnamento delle imprese, che avranno la possibilità quest’anno di incontrare molte realtà imprenditoriali cinesi.
L’indagine Istat ha dimostrato con dati concreti che le nostre imprese accettano la sfida dell’internazionalizzazione, portando un bagaglio di esperienza e qualità che li rende competitivi su ogni mercato.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright