The news is by your side.

I BAMBINI PROTAGONISTI DELLE FANOJE DI SAN GIUSEPPE A RIGNANO GARGANICO

9

Premiati con delle medaglie ricordo i piccoli protagonisti che hanno contribuito a dar vita all’antica tradizione rignanese.

 

 L’antica tradizione delle fanoje ha preso nuovamente vita, lunedì 19 marzo, a Rignano Garganico, nel giorno dedicato a San Giuseppe. La manifestazione è stata organizzata in collaborazione tra il Comune del piccolo paese garganico, la parrocchia Maria SS Assunta, la Pro Loco “Antonio Aniceto” e la Protezione Civile A.N.VV.F.C. di Rignano Garganico.

Quest’ anno sono stati nove i falò dislocati in diverse zone del paese e che hanno visto il prezioso contributo dei bambini di Rignano Garganico nella loro realizzazione. La tradizione delle fanoje si perde nella notte dei tempi: sono cataste di frasche derivate dalla potatura degli alberi e dalla raccolta di legna secca proveniente dai boschi circostanti.

Sono stati proprio i bambini di Rignano Garganico a contribuire con forza, entusiasmo, vigore ed impegno alla realizzazione dell’intera manifestazione, dimostrando un attaccamento alle tradizioni locali davvero entusiasmante.

La manifestazione ha preso il via nella Chiesa di San Rocco con una messa in onore di San Giuseppe officiata dai missionari “Servi e Serve della Parola”. Successivamente, una processione di fedeli, autorità e cittadini di Rignano Garganico ha visitato le fanoje, che sono state benedette dal parroco del paese, don Nazzareno Galullo, e da padre Ezio. Sempre i piccoli cittadini rignanesi, sono stati protagonisti nell’accogliere con entusiasmo la delegazione.

Ad ogni fanoja, la delegazione ha premiato ogni bambino con una medaglia a ricordo dell’impegno dimostrato e del prezioso contributo dato alla manifestazione. La cerimonia si è poi conclusa nei pressi della fanoja realizzata dietro l’ex centro Riabilitazione Motoria, per poi continuare con assaggi e degustazioni di prodotti tipici presso gli stand allestiti dall’associazione.

Notevole la partecipazione dei cittadini ma anche di visitatori accorsi da diverse parti del Comprensorio, incentivati non solo dalla suggestiva manifestazione, ma anche dal clima mite di una serata davvero speciale.

La Pro Loco, inoltre, ha voluto premiare con una targa ricordo il piccolo socio Antonio del Priore, per l’impegno dimostrato in numerose attività dell’associazione e per l’abnegazione dimostrata in tante manifestazioni.

Giorgio Ventricelli

giorgio.ventricelli@hotmail.it


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright