The news is by your side.

Vico/ Luigi Damiani esce di scena

15

L’Amministrazione Damiani nasce 5 anni fa dopo lo scioglimento anticipato dell’amministrazione guidata da Pierino Amicarelli per inconsistenza di guida e per contrasti su taluni aspetti di invadenza edilizia.
Damiani nasce su un accordo, dall’estrema destra a sinistra, che pone al centro della programmazione la redazione del PUG come strumento di rilancio del paese e di una lettura dinamica delle potenzialità del territorio, dal mare alla foresta.
La redazione del PUG viene affidata alla società ECOSFERA successivamente implicata in un sistema di corruttela con l’inchiesta “ Caligola” e la scoperta di conti correnti a Montecarlo (fatti descritti dal quotidiano “il Centro”) per un giro di commesse sospette in Abruzzo.
I contenuti del Piano, nel dibattito di oggi, sono visti come strumenti limitativi e poveri di proposte se raccordati alla vastità e potenzialità del territorio vichese. Infatti, dai documenti e dalle carte consegnate, risulta un Piano prevalentemente “regolatorio” e privo di respiro strategico.
Le successive lungaggini, prima dell’Autorità di Bacino sull’assetto e sui rischi idrogeologici, poi del Genio Civile, ed infine sulla quadratura degli interessi di un Consiglio comunale ormai prossimo allo scioglimento, hanno indotto la maggioranza Damiani a non forzare un dibattito, serio e complesso sul territorio, in un Consiglio comunale ormai senza controllo, con il rischio di una plateale bocciatura.
Il tutto, quasi certamente, sarà messo nelle mani del nuovo Consiglio che uscirà eletto dalle prossime amministrative.
L’intero arco dei partiti, e delle liste alle prossime amministrative, giudicano l’uscita di scena di Damiani e il rinvio di ogni decisione alla prossima Amministrazione, come una chiara ed evidente sconfitta di una esperienza ricca di promesse, ma di nessun risultato.

Il Mattino di Foggia


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright