The news is by your side.

Eccellenza – L’Atletico Vieste vince a Tricase e rivede la salvezza

8

Vittoria importantissima e che potrebbe risultare decisiva quella conquistata dall’Atletico Vieste sul difficile terreno del Tricase. Il successo giunge al termine di novanta minuti sofferti e tirati in cui i vincitori hanno mostrato carattere e spirito di sacrificio, raramente visti nel corso di questo campionato, e totalmente assenti sette giorni prima nella gara casalinga col Fasano.

La rete che ha deciso l’incontro l’ha realizzata Martin Hugo Prest, autentico gladiatore in grado di tenere in apprensione l’intera difesa avversaria lottando su ogni pallone.

Privo di Celio (stagione chiusa per lui a causa della rottura dei legamenti dello stesso ginocchio a cui è stato asportato il menisco qualche mese fa), mister Pino Giusto posizionava Silvestri sulla linea mediana rischierando dal primo minuto Favulli sulla fascia sinistra e Bua tra i pali. De Vita terminava di scontare la squalifica e prendeva posto in attacco.

Sul fronte salentino, Orazio Mitri non poteva utilizzare dal primo minuto Striano, reduce da infortunio ed in forse fino alla fine, entrato solo nella ripresa.

Gara poco spettacolare con le due formazioni che si affidavano alle doti fisiche dei propri attaccanti (Escobar da una parte, Prest dall’altra) sistematicamente cercati con lanci dalle retrovie che costringevano le difese avversarie agli straordinari.

La prima parte di gara vedeva i padroni di casa più pericolosi ma senza mai impegnare Bua; la possibilità di sbloccare il risultato capitava attorno alla mezz’ora sui piedi di Villani che dopo aver saltato Favulli con un tunnel si presentava di fronte al portiere viestano ma, invece di tentare la conclusione a rete, preferiva servire centralmente dove non c’erano compagni.

Al 36mo giungeva il gol che avrebbe poi deciso la gara: Colella batteva una punizione nel cerchio di centrocampo servendo De Vita poco distante da lui; intuizione dell’under viestano che sfruttava un corridoio per servire rasoterra in profondità Martin Prest bravo a controllare e battere in diagonale. Il pallone colpiva il palo lontano, attraversava l’intero specchio della porta per poi insaccarsi accanto al montante opposto.

Nella ripresa il Tricase intensificava la sua manovra per cercare di raddrizzare il risultato ma le velleità salentine nulla potevano contro la esemplare prestazione dell’intera retroguardia garganica: Camasta e Sollitto riuscivano a contenere la fisicità di Escobar e compagni, Silvestri e Mascilongo non lasciavano troppi varchi agli esterni Villani e Striano, e dove non arrivavano i difensori ci pensava Bua che con tre grandi interventi (due con i piedi e uno strepitoso su Striano) ha mantenuto inviolata la propria porta.

L’Atletico Vieste vedeva in Prest l’autentico mattatore, bravo a conquistare e proteggere innumerevoli palloni nella metà campo avversaria e a far venire i brividi al portiere Lazoi con due calci di punizione che sfioravano i legni della sua porta.

Il triplice fischio del signor Iorio di Torre Annunziata faceva esplodere la gioia in casa viestana, solo smorzata dalla notizia del pareggio conquistato in extremis dal Maglie sul campo del Cerignola.

La conquista dell’intera posta in palio mancava addirittura dalla decima giornata (2-1 a Racale) lontana ben 140 giorni.

Il successo consente al Vieste di avvicinare le squadre che lo precedono (un punto dal Maglie, due dal Locorotondo) e fa esplodere il morale nell’intero ambiente, in attesa delle ultime due gare, quella casalinga con il Bisceglie e quella in trasferta a Noicattaro.

A fine gara i giocatori viestani hanno voluto dedicare la vittoria allo sfortunato compagno di squadra Nicola Celio mentre Martin Prest ha dedicato la sua segnatura a suo papà Juan che festeggerà il compleanno nella prossima settimana.

Per consentire lo svolgimento del torneo delle regioni e in concomitanza delle vacanze pasquali, la penultima giornata del campionato di Eccellenza si giocherà giovedì 12 aprile, tre giorni prima della conclusione della regular season. Solo allora scopriremo se i giocatori dell’Atletico Vieste saranno riusciti ad abbandonare l’ultimo posto in classifica per giocarsi ai play-out la permanenza nella massima serie regionale.

Sandro Siena

 


Atletico Tricase – Atletico Vieste 0-1

Atletico Tricase: Lazoi, Di Seclì, Rizzo, Biason, De Bbenedictis (1st Striano), De Braco, Cimino, Amadu, Escobar, Tondo (16st Ferrante), Villani. A disposizione Sammati, Cancella, Orlandini, Orlando, Melcarne. Allenatore Orazio Mitri

Atletico Vieste: Bua, Favulli (20st Perna), Mascilongo, Silvestri, Sollitto, Camasta, Compierchio (18st Granatiero), Colella, Prest, Principi, De Vita. A disposizione Brunetti, Corbo, Pasquariello, Vescera, Recchia. Allenatore Pino Giusto.

Arbitro Danilo Iorio di Torre Annunziata, assistenti Giovanni Losacco e Michele Martimucci di Bari

Rete: 36pt Prest (V)


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright