The news is by your side.

Premio nazionale Ercole Oleario all’olio di Carpino

12

"L’olio di Carpino si conferma uno dei migliori d’Italia, ma chi se ne avvantaggia è la multinazionale che lo commercializza e incamera il valore aggiunto della qualità".  E’ Colomba Mongiello, componente della Commissione Agricoltura del Senato, ad esprimere questa amara considerazione all’indomani della consegna alla DOP Dauno Gargano del prestigioso premio nazionale Ercole Oleario, a cui la senatrice ha presenziato in rappresentanza della presidenza di Palazzo Madama. "L’orgoglio per l’affermazione di un’azienda della Capitanata è stato incrinato dalla constatazione che la gente impegnata a produrre un alimento così prezioso e buono non ne ricavi i frutti che meriterebbe – continua Mongiello – E’ un tema su cui le rappresentanze professionali devono interrogarsi più concretamente che in passato, con l’obiettivo di costruire finalmente la filiera che metta a valore la qualità". Proprio la tutela della qualità è il tema della proposta di legge che la senatrice del PD ha presentato come prima firmataria, insieme al presidente della Commissione Agricoltura Paolo Scarpa Bonazza Buora, e su cui ha già relazionato nell’organismo parlamentare avviando l’iter per la sua discussione e approvazione in Aula. "Grazie ad un paziente e proficuo lavoro politico, abbiamo ottenuto una corsia preferenziale che dovrebbe condurci alla sua approvazione entro la fine della legislatura – sostiene Mongiello – offrendo alle imprese e ai consumatori la necessaria tutela dagli agropirati e dai commercianti privi di scrupoli".

comunicato stampa


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright