The news is by your side.

Irene Siena è il nuovo mini-sindaco viestano

13

Il mini-sindaco attorniato dai compagni di scuolaSi è insediato ieri il mini-consiglio comunale viestano alla cui guida c’è il mini-sindaco Irene Siena, eletto nei giorni scorsi dagli alunni dei plessi  “Dante Alighieri” e “don Antonio Spalatro” della scuola secondaria di primo grado.

Irene, 12 anni nel prossimo settembre, era alla testa della lista “L’uguaglianza dei ragazzi” e si è aggiudicata la mini-fascia avendo ottenuto 178 preferenze, solo 22 in più del suo avversario, Antonio di Giorgio della lista “Scuola in movimento”.

A sancire l’inizio del mandato della nuova mini-amministrazione c’è stata una breve cerimonia in sala consiliare alla presenza del vice sindaco Mimmo Prudenza e dell’assessore alle politiche educative Gaetano Zaffarano. Oltre ai “colleghi più grandi”, Irene e compagni sono stati festeggiati dal loro Dirigente Scolastico, la prof.ssa Donatella Apruzzese, e dalle docenti che hanno curato il progetto, dalla presentazione delle liste alla nomina del mini-sindaco, passando per la campagna elettorale e le operazioni di voto.

L’assessore Zaffarano, nel fare gli auguri ad Irene, ha preannunciato per se un periodo ostico “dovendo cercare di dar concretezza alle proposte che mi farai”. Nel suo intervento, Zaffarano ha preannunciato l’istituzione del refettorio scolastico (“sperando che anche la scuola secondaria di primo grado lo vorrà utilizzare”), indispensabile per permettere agli alunni della scuola dell’infanzia di consumare il pranzo in un ambiente diverso da quello in cui seguono le lezioni.

“Voi siete il presente, non il futuro di Vieste, e con questa esperienza state toccando con mano il vero significato della parola ‘democrazia’” ha iniziato così il suo intervento la prof.ssa Apruzzese, che ha poi proseguito augurandosi “che tra di voi ci siano i prossimi amministratori di questo paese”. Il dirigente scolastico si è congratulato con i ragazzi per l’ottimo lavoro svolto nei mesi che hanno preceduto le votazioni e per la correttezza con cui si è svolta la campagna elettorale: “Ho sentito interventi e visto comportamenti appropriati; i grandi dovrebbero osservare un po’ di più i piccoli perché avrebbero tante cosa da imparare o almeno da ricordare e rispolverare”.

“Era partito tutto per gioco” ha confidato la prof.ssa Patrizia Grassi, referente del progetto con le colleghe Mafrolla e Ascoli, “ma col passare del tempo i ragazzi si sono sempre più immedesimati nella parte tanto da arrivare a provare emozioni solitamente non giustificate per un gioco”.

Nel suo primo discorso, il mini-sindaco Irene Siena, ha posto l’accento “sui problemi dei piccoli che non sono piccoli problemi”, chiedendo da subito interventi per la sistemazione degli infissi di entrambi i plessi della scuola media da dove entra aria fredda ed acqua piovana. Inoltre ha chiesto al Comune la messa a disposizione di un mezzo per trasportare gli studenti della “Dante Alighieri” al plesso della “Spalatro” per poter svolgere le lezioni di educazione fisica, vista l’indisponibilità della loro palestra.

Come in ogni amministrazione, anche quella “mini” ha la sua giunta composta, oltre che dal mini-sindaco, dal suo vice (Maria Grazia Girau) e da una serie di mini-assessori: Virginia Corricelli alla Cultura, Pasquale d’Aprile all’Ambiente, Viviana Calderisi ai Servizi Sociali, Lorenzo Latino all’Urbanistica e Marco Vieste allo Sport e alle Politiche Giovanili. Ad Antonio di Giorgio, l’altro candidato mini-sindaco, è stato assegnato il compito di mini-presidente del Consiglio.

Irene Siena prende il posto di Giorgio Saia, primo mini-sindaco di Vieste, rimasto in carica per il triennio precedente.

Con sindaco e mini-sindaco al femminile, a Vieste c’è il trionfo delle quote rosa. La prima uscita pubblica della coppia Nobile-Siena avverrà in concomitanza della processione in onore di San Giorgio martire, il prossimo 23 aprile.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright