The news is by your side.

Vieste – STRADE DISSESTATE, CON TANTE BUCHE E… SABBIA

14

Riceviamo e pubblichiamo

Il primo weekend di primavera del 18 marzo scorso, finalmente accompagnato da un bel sole caldo, ha visto a Vieste i primi turisti, in moto ed in automobile. Si sono così, in qualche modo, rimessi in attività bar, ristoranti ed altri esercizi connessi, apportando, anche se relativamente, un po’ di ossigeno in termini economici che in questi periodi di crisi non guasta.

Tuttavia, non è stata certo un’esperienza piacevole per i centauri in visita nella nostra cittadina, ma anche per alcuni nostri soci, trovarsi sotto le ruote un corposo strato di sabbia in fase di curva, portata dai venti di maestrale, nella rotatoria ubicata al lungomare Europa.
E’ noto a tutti che in tali condizioni a bassa velocità per un veicolo a quattro ruote la cosa potrebbe anche non risultare problematica, ma nel caso delle due ruote è facile perdere il controllo del mezzo con conseguenze che possono anche diventare gravi. In effetti, in caso di incidente il motociclista coinvolto, o chi per lui nel malaugurato caso di perdita della vita, potrebbe rivalersi penalmente e civilmente sull’Amministrazione comunale.
Come associazione sportiva abbiamo ricevuto numerose segnalazioni e rimostranze e ci siamo ripromessi di intervenire nelle sedi opportune. Quello che ci permettiamo di suggerire è che l’Amministrazione comunale si adoperi a rimuovere tempestivamente il deposito di sabbia che interessa la rotatoria in caso presenza della stessa e a posizionare della segnaletica verticale che avverta chi proviene da nord dal lungomare Europa dell’eventuale presenza di depositi sabbiosi.
Più in generale consigliamo di far convergere le tutte risorse economiche possibili, anche attingendo da appositi finanziamenti inerenti la messa in sicurezza delle strade urbane, al fine di individuare il sistema adatto a risolvere in maniera definitiva l’annosa questione della presenza di depositi sabbiosi che spinti dal vento invadono il lungomare Europa nel tratto che va dall’Hotel «i Melograni» fino alla rotatoria.
Come sempre, restiamo a diposizione per suggerire tempi e metodi per risolvere tecnicamente tale inconveniente, possibilmente prima… che ci scappi il morto!
Quanto esposto, peraltro, va inserito nell’ambito critico di una situazione alquanto precaria e delicata delle strade urbane, che andrebbe risolta celermente anche in vista dell’imminente bella stagione che come sempre farà aumentare la circolazione dei mezzi a due ruote, non solo dei turisti che giungono con tale mezzo in visita nella nostra cittadina, ma anche dei nostri figli che si recano a scuola con ciclomotori, scooters e motocicli.
A mero titolo esemplificativo, ma non certamente esaustivo, vogliamo segnalare:
— la presenza di una buca di fronte l’ingresso principale dell’I.I.S.S. «L. Fazzini-V. Giuliani» alla località Macchia di Mauro;
— la presenza di una buca alla via S. Maria di Merino;
— la situazione dissestata della via S.Margherita e della litoranea Vieste-Peschici, interessate da numerosi interventi da parte dei vari enti di fornitura di energia, che eseguono ripristini affrettati e mal realizzati, reali barriere per i motociclisti e non solo.
Dal momento che riteniamo che la difettosa esecuzione dei ripristini stradali sia dovuta esclusivamente alla mancanza di sorveglianza sull’esecuzione a regola d’arte dei lavori, la quale favorisce il protrarsi di tale situazione da parte dei vari enti che forniscono energia, convinti che si sia superato ogni limite in quanto è diventata una prassi comune da parte di tali enti come ogni cittadino può facilmente osservare, ci promettiamo di vigilare e segnalare tempestivamente alle autorità competenti tali disservizi.
Motoclub Gargano—Vieste


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright