The news is by your side.

Trasporti/ De Leonardis: “Continua la politica scellerata di Trenitalia”

16

Di seguito la nota del consigliere De Leonardis.

 

 “Nemmeno un nuovo esecutivo di alto profilo tecnico e nello specifico un nuovo ministro che pur aveva mostrato timidi segnali di attenzione per una questione di interesse rilevante, sono riusciti a cambiare le scellerate politiche e strategie adottate dai gestori del trasporto pubblico su rotaia. Il Mezzogiorno d’Italia – e la regione Puglia in particolare – continua ad essere gravemente penalizzato dai tagli decisi dai vertici di Trenitalia; del tavolo tecnico promesso dal superministro alle Infrastrutture e Trasporti Corrado Passera si sono perse le tracce, e le notizie inerenti il prossimo orario estivo sono ancora più inquietanti e inaccettabili: ben vengano allora le proteste e i dossier del presidente Nichi Vendola e dell’assessore Guglielmo Minervini, che devono diventare le proteste e gli atti di ribellione di una nazione intera che non può accettare e continuare a subire passivamente una divisione e una frattura anacronistiche e illogiche”.

Giannicola De Leonardis, presidente della settima Commissione Affari Istituzionali della Regione Puglia, interviene nuovamente sullo “scandalo dei collegamenti ferroviari stravolti che continua a essere tollerato nonostante la palese violazione del diritto alla mobilità che non può essere calpestato da manager miopi e da una Politica in difficoltà davanti alla necessità di esprimere finalmente decisioni forti, incapace di chiarezza e soprattutto autorevolezza. E, per aggiungere al danno la beffa, la provincia di Foggia rimane sempre più al palo, isolata anche e soprattutto per lo stallo intorno all’aeroporto civile ‘Gino Lisa’: e anche intorno a questa problematica – da queste parti vissuta come vera e propria emergenza, nell’approssimarsi della prossima stagione estiva – sarebbero graditi da parte dell’assessore Minervini, che tanto sta facendo per salvaguardare il trasporto su rotaia, analoghe attenzioni e interesse” conclude.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright