The news is by your side.

Criminalità organizzata e mafia garganica al centro di un incontro all’Università

9

Giovedì 12 aprile, alle ore 10.00, presso l’Aula Magna della Facoltà di Giurisprudenza (Largo Papa Giovanni Paolo II, 1 – Foggia – I piano) si terrà l´incontro di studio "La criminalità organizzata nel foggiano tra prevenzione e risposte processuali",  organizzato dall´Università degli Studi di Foggia – Dipartimento delle Scienze giuridiche pubblicistiche diretto dal prof. Sergio Lorusso, Ordinario di Diritto processuale penale. Protagonista dell´iniziativa: il dott. Domenico Angelo Raffaele Seccia, Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Lucera e autore del libro "La mafia innominabile", pubblicato nel 2011 per i tipi de La Meridiana. Al dibattito interverranno altresì il prof. Giuliano Volpe, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Foggia e l’avv. Marco Scillitani, penalista del Foro di Foggia. L´intera cittadinanza e gli studenti dell’Ateneo foggiano avranno l’occasione di ascoltare la genesi del fenomeno e l’esperienza di chi tutti i giorni sul campo affronta e combatte la pericolosa organizzazione delinquenziale. L´iniziativa si propone come un prezioso momento di riflessione su un tema importante e, purtroppo, estremamente attuale anche per il nostro Territorio. La mafia garganica, come quella classica, è stata infatti per lungo tempo ridotta a faida e negata in sede giudiziaria, eredità arcaica tristemente smentita dalla brutalità dei crimini commessi. "Una mafia efferata, che non si ferma davanti a nulla", afferma il Procuratore Seccia nell’analisi del suo libro, evidenziando l’evoluzione e le mutazioni di un’organizzazione impegnata in estorsioni, traffico di sostanze stupefacenti e sempre più proiettata verso il controllo dell’economia nelle sue espressioni più fiorenti: dal mercato turistico al business delle energie rinnovabili.

comunicato stampa


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright