The news is by your side.

Vieste/ LA VERA STORIA DELL’UNITA’ D’ITALIA

14

Vi siete mai chiesti come sia riuscito Garibaldi a conquistare il sud Italia con “soli”1000 uomini? Del perché l’emigrazione dei meridionali è cominciata subito dopo l’unità d’Italia? Di come vivevamo noi prima dell’unificazione dello stivale? Un gruppo di ragazzi viestani,da un po’ di tempo uniti sotto la stessa bandiera (quella dell’ex Regno delle Due Sicilie), ha organizzato Sabato 14 c.m., un’incontro presso l’auditorium della scuola media “A. Spalatro” con Alessandro Romano, un giornalista e ricercatore storico di storia meridionale.
Questo ricercatore, con tanto di documenti alla mano, ha sbalordito tutti!!! Ci ha descritto la storia dell’unità d’Italia come mai era stata raccontata fin’ora da libri, giornali e trasmissioni TV.
Ha raccontato di un sud Italia all’avanguardia, ricco, socialmente evoluto e benestante sotto tutti i punti di vista!!!
Eppure, noi tutti sapevamo il contrario!!! Purtroppo, si sa che la storia viene scritta sempre da i vincitori (i piemontesi) e non dai vinti(noi del sud)!!!
In mondo a dir poco straordinario, Alessandro Romano ha illustrato la vera storia dell’unita’ d’Italia, con documenti, foto e quant’altro fino ad ora nascosti negli archivi storici italiani che certificano come l’unità d’Italia è stata compiuta in un modo a dir poco orrendo, con complotti massonici con a capo lord inglesi, il conte Cavour, il re Vittorio Emanuele II, Mazzini, con la corruzione di alti funzionari e generali borbonici, aiuti della mafia fino ad allora inesistente, intrighi internazionali che hanno contribuito ad aiutare il Piemonte (allora una potenza militare) ad invadere, opprimere e sfruttare il sud Italia chiamato fino ad allora Regno delle Due Sicilie, unico regno unito da circa 800 anni!! Che il sud Italia non era affatto un Paese arretrato, ignorante e povero!!! Anzi, eravamo la terza Nazione piu’ ricca d’Europa, con industrie di alto livello, con una delle flotte marittime piu’ importanti del continente, con sanita’, istruzione e giustizia a livelli straordinari per quei tempi e quindi faceva gola al Piemonte che era una Nazione  molto indebitata e all’Inghilterra che puntava alla supremazia nei mari del Mediterraneo!!! Il risultato è che dopo l’unità siamo diventati “il sud Italia, il meridione”!!! Un popolo di emigranti, ignoranti, fannulloni, mafiosi e soprattutto la palla al piede del nord Italia!!!  
L’auditorium era gremito e tra il pubblico c’era anche il sindaco Ersilia Nobile, l’assessore alla cultura Gaetano Zaffarano.
A vedere la standing ovation finale per Alessandro Romano, si puo’ dire che quest’incontro ha avuto un grande successo e si spera che riscoprendo il nostro “vero”passato, il sud, dopo 150 anni, si riprenda quello che gli è stato tolto: la dignita’ e la consapevolezza di essere un grande popolo!!

Michele Lopriore


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright